Ragusa, completata la videosorveglianza in città

Sono stati in questi giorni completati i lavori d’installazione delle telecamere di videosorveglianza collegate con le sale operative della Polizia Municipale e delle altre forze dell’ordine della città. L’ultimo intervento attuato ha riguardato il montaggio di 36 telecamere in diverse aree del Centro Storico, oltre alle nove installate nell’area del Tribunale, una nella piscina comunale di contrada Selvaggio ed una nel Cimitero Centrale. Tali sistemi di video sorveglianza si aggiungono a quelli già operativi nel territorio comunale, per un totale di 87 siti complessivamente monitorati.
Soddisfazione per il lavoro svolto viene espressa dal sindaco Federico Piccitto che ieri mattina ha effettuato un sopralluogo nel Centro Storico di Ragusa superiore in cui sono stati eseguiti gli ultimi interventi.
“L’obiettivo – afferma il primo cittadino – di garantire a tutta la cittadinanza, la massima sicurezza, passa anche dall’utilizzo della tecnologia che consente un monitoraggio costante e capillare del territorio. Da qui scaturisce l’importanza fondamentale di un progetto di questo tipo, cui presto si affiancherà un analogo intervento nella frazione di San Giacomo”.
Sulla stessa linea il Vicesindaco con delega alla Polizia Municipale, Massimo Iannucci: “Come già sottolineato in occasione del bilancio annuale dell’attività del Comando di Polizia Municipale, la sicurezza urbana, come quella stradale, è tra le priorità di questa Amministrazione. L’installazione di un numero così alto di nuove telecamere per la videosorveglianza, resa possibile anche da un investimento economico non indifferente, va sicuramente verso questa direzione ed anzi ne rappresenta un punto essenziale per la tutela della collettività e per un complessivo miglioramento della qualità della vita dei cittadini. Inoltre, attraverso il “patto sicurezza”, che verrà rinnovato anche per l’anno in corso, provvederemo ad implementare ulteriormente il sistema di videosorveglianza, mediante l’acquisto di nuove telecamere”.