Rifiuti in Sicilia, in progetto due termovalorizzatori

L'associazione fare Verde, contraria alla costruzione in Sicilia di due maxi termovalorizzatori per lo smaltimento dei rifiuti. La notizia dell'approvazione da parte del Governo regionale ha suscitato la reazione dell'associazione ambientalista che chiede le dimissioni del governatore Crocetta che aveva annunciato "Rivoluzione e rifiuti zero" e invece si sta dimostrando complice del dirottamento di decine di milioni di euro, destinati al completamento dei Centri di compostaggio, alla costruzione di nuove discariche (tra le quali una a Gela) fortemente inquinanti per il sottosuolo e per l'aria.

​La realizzazione dei termovalorizzatori, denuncia Fare Verde, comporterà una spesa di centinaia di milioni di euro, in un tempo stimato per la completa realizzazione di non meno di 5 anni, sempre che vengano ultimati ed entrino effettivamente in funzione. Nel frattempo le discariche private continueranno a fare affari milionari, mentre resta ferma al palo la raccolta differenziata che fa registrare un vergognoso 10% in ambito regionale.