Giornata mondiale del malato a Ragusa

Mentre non si sono ancora concluse le iniziative legate alla Giornata per la vita (ieri pomeriggio molto partecipata la fiaccolata con raduno dinanzi all’ospedale Civile di Ragusa e corteo sino alla chiesa di San Vito, nella via omonima, e poi celebrazione al Carmine, mentre domani altri momenti particolari si terranno nei presidi ospedalieri della diocesi di Ragusa con il vescovo, mons. Carmelo Cuttitta, che visiterà i reparti di neonatologia dell’ospedale Maria Paternò Arezzo a Ragusa e del Guzzardi di Vittoria), l’ufficio diocesano per la Pastorale della salute ha definito il programma della XXIV giornata mondiale del malato che ricorre, ogni anno, l’11 febbraio. Seguendo le indicazioni dell’ufficio nazionale per la Pastorale della salute, organismo della Conferenza episcopale italiana, l’ufficio diocesano, in collaborazione con l’Asp 7, il Comune di Ragusa, l’Unitalsi, la cappellania ospedaliera, l’Associazione volontari ospedalieri, la rete di associazioni “I petali del cuore”, il centro diurno Alzheimer, ha previsto il primo appuntamento per lunedì 8 febbraio con la celebrazione eucaristica e la benedizione degli anziani che si terrà all’opera pia Eugenio Criscione Lupis di Ragusa a partire dalle 16,30. Un altro momento è quello previsto per il 10 febbraio, mercoledì delle ceneri. Alle 10, nella cappella dell’ospedale Civile, animata dal centro diurno Alzheimer, si terrà la celebrazione eucaristica e l’imposizione delle ceneri. Giovedì 11 febbraio, in occasione della memoria della Beata vergine Maria di Lourdes, sarà celebrata la giornata mondiale del malato. La mattina, dalle 9,30, il vescovo, mons. Carmelo Cuttitta, si recherà in visita ai malati presso alcuni reparti dei presidi ospedalieri “Maria Paternò Arezzo” e “Civile” di Ragusa. Sempre di mattina, i sacerdoti, accompagnati dai ministri straordinari della santa comunione, si recheranno in visita da alcuni malati e anziani delle proprie parrocchie. Nel pomeriggio, in Cattedrale, dalle 15,15 ci sarà l’accoglienza dei malati a cura dell’Unitalsi sottosezione di Ragusa. Alle 15,30 la recita della coroncina alla Divina Misericordia mentre alle 16 si terrà la concelebrazione eucaristica presieduta dal vescovo Carmelo Cuttitta alla presenza dei malati accompagnati dai volontari delle varie associazioni e delle parrocchie della diocesi. Le iniziative si concluderanno il 12 febbraio alle 16 con la Via Crucis del malato animata dalla cappellania ospedaliera e dai volontari dell’Avo nelle corsie dell’ospedale Maria Paternò Arezzo. “Celebriamo un giorno all’anno la Giornata del malato – dice il direttore dell’ufficio diocesano per la Pastorale della salute, don Giorgio Occhipinti – per ricordarci dei sofferenti ogni giorno”.