Insieme per Acate

È apparso chiaro a tutti i presenti al Consiglio Comunale di mercoledì 3 febbraio, come il Sindaco, contumace e la truppa recalcitrante dei consiglieri vicini al Sindaco hanno fatto di tutto per non trattare l’unico punto all’ordine del giorno:
I “campioni del pugnale e della calunnia” anziché trattare il punto posto all’ordine del giorno hanno inscenato una gazzarra tipica di chi per non rispondere alle proprie azioni, e seguendo gli ordini del loro Comandante borbonico, alias Franco Raffo hanno inscenato “Facite Ammuina” fate confusione, l’importante che la gente non sappia!!!, che i creditori del Comune non conoscano gli eventuali esiti del dissesto, che i dipendenti non intendano che fine faranno i loro stipendi, che i consulenti esterni non sappiano delle loro spettanze, che i cittadini di Acate non sappiano che i proprietari di due pozzi che erogano l’acqua hanno chiuso i rubinetti perché vantano tredici mensilità di affitto e che gli anziani resteranno senza assistenza domiciliare così come le famiglie in difficoltà economica non avranno nessun aiuto economico dal Comune.
Alla guida, del Comandante Raffo, e sotto l’egida del silente Vice Sindaco, Li Calzi, hanno trasformato il luogo deputato al confronto in un Osteria!.
La misura è colma gli atti e gli atteggiamenti visti in consiglio comunale evidenziano lo scarso senso delle Istituzioni, la disattenzione verso i disagi economici personali e familiari dei dipendenti che mette a serio rischio il regolare svolgimento dei servizi erogati in favore della collettività, compresa la gestione del servizio di ordine pubblico, l’erogazione dell’acqua e la gestione dei rifiuti e l’incapacità amministrativa ad affrontare il problema di bilancio.
Il gruppo consiliare di “INSIEME” ha cercato di trattare lo spinoso argomento, conoscendo i disagi che tante famiglie stanno affrontando e per porre una “road map” per evitare che l’indotto dei servizi possa causare disservizi a tutta la città, alla nostra disponibilità al confronto, i consiglieri comunali di Uniamo Acate hanno opposto la violenza verbale ed hanno inscenato ammuina (fate confusione)…
Al Sindaco, contumace, non possiamo che rimproverare la faciloneria nell’affrontare l’argomento , ti pico di un Comandante borbonico e di aver speso inutilmente tante risorse economiche con assunzioni di esperti, dirigenti e funzionari(naturalmente forestieri) che non hanno mai funzionato.