Al via l'operazione "Sant’Agata Sicura 2016”

E'iniziata ed è in piena attività il lavoro della Protezione civile comunale per le operazioni del piano di intervento “S.Agata sicura 2016”, adottato con un'ordinanza dal sindaco Enzo Bianco, massima autorità di protezione civile in città. La squadra della Protezione Civile comunale guidata dalla dirigente Maria Luisa Areddia insieme al responsabile dell'ufficio Salvatore Fiscella, e al commissario del coordinamento comunale del volontariato Salvo Consoli, ha avviato il programma operativo di protezione civile che come ogni anno scandiscono l'articolata organizzazione della festa della Santa Patrona di Catania.
Il programma di interventi, che mette in campo una complessa macchina con personale attivo h24, è stato predisposto dalla Protezione Civile di concerto con il Coordinamento Comunale del Volontariato, in sintonia con le direttive del Dipartimento della Protezione Civile e dall’accordo Stato–Regioni.
Per salvaguardare la sicurezza e l'incolumità pubblica, l'Amministrazione Comunale chiede però anche la collaborazione dei cittadini chiedendo loro alcune precauzioni. In particolare si raccomanda di non sovraccaricare i balconi degli edifici prospicienti il percorso del fercolo, di preferire l’utilizzo per gli spostamenti dei mezzi pubblici, di attenersi scrupolosamente al rispetto delle ordinanze emesse, di collaborare con gli operatori del soccorso presenti sui luoghi della manifestazione e di utilizzare le risorse sanitarie predisposte dall’organizzazione della festa.
“ E' importante - ha detto il sindaco Bianco - che anche i cittadini collaborino con questi piccoli accorgimenti che permetteranno a tutti, catanesi e non, di godere di tutti i momenti della festa nella massima serenità”. Per garantire che tutto si svolga al meglio, il personale della protezione civile è attivo, h 24 per l’intera durata della festa, e coordina le operazioni della Sala Operativa Comunale COC, all'interno della quale trovano posto i referenti di varie funzioni di supporto che fanno capo al comando di Polizia Municipale, all’ASP/S.U.E.S. 118 di Catania, dall’Amt, alla ferrovia Circumetnea, alla Manutenzione SS. Tecnici, alla Ragioneria Generale, alle Attività Produttive.
Le associazioni del Coordinamento comunale del Volontariato, per assicurare al massimo il sistema di informazione preventiva, sorveglianza e controllo delle manifestazioni, sono già attive squadre appiedate, logistiche e sanitarie, e con l'ausilio di ambulanze della Cri e delle Misericordie. Una squadra, addestrata appositamente, si prende cura delle persone diversamente abili, in collaborazione con l’associazione “Come Ginestre”. La Centrale Operativa SUES 118 Catania ha già attivato un Posto Medico Avanzato (PMA) di 1° livello in piazza Spirito Santo e inoltre di mezzi di soccorso base (MSB) itineranti, che seguono i vari momenti della festa.
Il Piano di intervento operativo prevede l’utilizzo di zone limitrofe ai festeggiamenti, che per la loro dislocazione strategica assolvono alla funzione di aree di emergenza in caso di necessità e sono così localizzate: Piazza Mazzini; Piazza Borsellino; Piazza Borsellino (Area di Attesa n° 90); C.so Martiri della Libertà; Piazza della Repubblica; Piazza Dante (Area di Attesa n° 40); Piazza Federico di Svevia (Area di Attesa n° 62); Largo Papa Paolo VI (Area di Attesa n° 58). Coinvolti nelle operazioni di protezione civile anche Questura, Prefettura, Circumetnea, Amt, Multiservizi, Autorità portuale, Dipartimento regionale della Protezione civile tramite sala operativa regionale, Corpo dei Vigili del Fuoco e altri enti istituzionali presenti sul territorio.