In Piemonte arriva il semaforo antismog

Quattro codici dal giallo al rosso vivo, corrispondenti a sforamenti crescenti nei limiti ammessi di Pm10 per indicare quali misure mettere in campo. Sono i semafori antismog adottati in Piemonte. E' quanto si evinceda un incontro sullo smog convocato a Torino dal presidente della Regione, Sergio Chiamparino. Le misure non saranno imposte, ma i Comuni hanno concordato di volerle adottare. La Regione coinvolgerà i siti meteo delle tv locali, affinché segnalino il livello di smog.
Con il semaforo giallo scatteranno il blocco dei veicoli Euro 3, la riduzione di un grado del riscaldamento degli edifici pubblici, il divieto di bruciare residui vegetali, di usare caminetti aperti, di spandere liquami da deiezioni animali. Con l'arancio, blocco degli Euro 4 e un ulteriore taglio di un grado di riscaldamento. Con il rosso cinabro, blocco totale dei diesel e limite di velocità a 90 km/h. Con il rosso vivo, stop alle auto private nei giorni feriali in aree urbane, blocco totale nelle extraurbane, e bus gratuiti.