Verona, innovazione alla Fieragricola

Oltre mille aziende espositrici, con il "sold out" nei nove padiglioni occupati per oltre 50mila metri quadrati netti, 600 animali in mostra e oltre 100 convegni. Sono alcuni numeri della 112/a edizione di Fieragricola 2016 di Veronafiere. I temi cruciali dell'edizione 2016 di Fieragricola che si terrà fino al 6 febbraio saranno innovazione e sostenibilità. La rassegna scaligera promuove in modo trasversale lo sviluppo del comparto primario, dalla meccanica agricola, alla zootecnia e energie rinnovabili, da agrofarmaci, fertilizzanti, sementi, vigneto e frutteto, fino alla gestione del verde e all'attività forestale. Una filiera che in Italia conta 1,4 milioni di aziende e 1,1 milioni di occupati. Oltre all'attenzione particolare a meccanica agricola e zootecnia, da sempre i due pilastri della manifestazione, Fieragricola quest'anno dedica ancora più spazio alle occasioni di business internazionale, grazie alla collaborazione con ICE-Italian Trade Agency e di FederUnacoma. Delegazioni di buyer sono infatti attese da 29 paesi europei, africani e asiatici. Nell'edizione 2016 per la prima volta è presente anche una missione commerciale del ministero dell'Agricoltura cubano. Invece la terza giornata della rassegna, venerdì 5 febbraio, sarà dedicata all'Africa, con una serie di lavori dedicati per offrire una panoramica completa sulle opportunità per l'export made in Italy. Sul fronte zootecnico Fieragricola ospita il 15/o European Open Holstein Show, dedicato alla razza Frisona e la 48/a Mostra nazionale della Bruna, in programma nella giornata conclusiva, sabato 6 (sabato 6 febbraio).