Svizzera, gemelli siamesi unite dal petto separate a 8 giorni di vita

A soli otto giorni dalla nascita sono state sottoposto ad un intervento da record mondiale per essere separate. Le protagoniste sono due gemelline siamesi nate in un ospedale di Berna lo scorso due dicembre. I medici hanno deciso di procedere con l'intervento senza aspettare i tre-sei mesi usulai per questo tipo di interventi a seguito delle condizioni di salute delle piccole. Le due bimbe, insieme a una terza sorella, sono nate dopo un cesareo unite per il fegato, il pericardio, la membrana che racchiude il cuore, e parte del torace, mentre tutti gli altri organi avevano uno sviluppo normale. Insieme pesavano appena 2,2 chilogrammi, e l'intervento di cinque ore per separarle, eseguito dai medici dell'ospedale Insel di Berna insieme a un team dell'ospedale di Ginevra, si è reso necessario perchè una quantità eccessiva di sangue fluiva dal fegato di una bimba a quello dell'altra, con la conseguenza che una aveva la pressione troppo alta e l'altra troppo bassa, non ricevendone abbastanza. Questo ha determinato la decisione di operare subito ed entrare, secondo le parole dei medici, 'in un territorio sconosciuto'. I due fegati erano in gran parte fusi, sottolinea una nota dell'ospedale, e la fase più delicata è stata la separazione dei grandi vasi sanguigni che li percorrevano. Dopo il primo intervento, effettuato da tredici specialisti, le bimbe ne hanno subiti altri per richiudere gradualmente le pareti addominali, e ora sono in terapia intensiva, dove secondo l'ospedale stanno crescendo abbastanza bene. Le gemelline dovrebbero lasciare la terapia intensiva nelle prossime settimane.