Pallamano Ragusa, squalifiche per il portiere Javier Anzaldo

Il turno di sosta nel campionato di Serie B è arrivato, forse, nel momento più opportuno per la Pallamano Ragusa. Il sette allenato da Danilo Scalone, dopo la sconfitta sul campo dell’Aetna Mascalucia, e dopo avere perduto la prima posizione in classifica che manteneva ininterrottamente dalla prima giornata, sta cercando di recuperare la migliore condizione fisica per proseguire con la dovuta concentrazione la parte restante del campionato. Intanto, però, non si sono ancora esauriti gli strascichi della partita giocata in terra etnea. La Pallamano Ragusa, infatti, deve fare i conti con le decisioni del giudice sportivo che ha squalificato per due giornate il portiere argentino Javier Anzaldo. Una tegola non da poco quella che si è abbattuta sul capo del sette ragusano che dovrà così rinunciare a una pedina fondamentale del proprio organico in vista delle prossime decisive gare. “Stiamo presentando ricorso – afferma il presidente Giuseppe Girasa – questo verdetto non ci va giù. Proprio per quanto accaduto domenica scorsa. Cercheremo di farlo cancellare o, in subordine, di attenuarlo. A ogni modo non vogliamo soffermarci ormai più di tanto sui fatti del precedente match bensì cercheremo di concentrarci solo sul futuro per recuperare il gap nei confronti della prima della classe che, adesso, è l’Handball Messina. Abbiamo due punti di ritardo nei loro confronti e siamo chiamati a colmarli”. La prossima partita sarà giocata in casa domenica 7 febbraio. La Pallamano Ragusa ospiterà la Pgs Risurrezione. “Il nostro obiettivo – dice l’allenatore Scalone – è di riprendere il cammino laddove lo abbiamo interrotto. Vogliamo che si possa marciare con la piena consapevolezza delle nostre potenzialità. E per farlo dobbiamo cercare di trovare la tranquillità giusta. Non è stato semplice allenarsi nel corso di questa settimana. Abbiamo dovuto fare i conti con numerose assenze. Speriamo che dalla prossima la situazione si sistemi per il meglio”.