Alberi secolari dal cantiere autostradale Rosolini-Modica

Undici alberi secolari di ulivo e carrubbo, espiantati dai terreni area di sbancamento per la posa in opera della sede autostradale del lotto Rosolini – Modica, sono stati donati al Comune che ha provveduto a metterli a dimora in diversi spazi pubblici della città.
Lo storico pino marittimo che è stato sradicato dal bivio di Via Modica Soda, confluenza con la Via Caitina, è stato sostituito con un grande albero di ulivo.
Tre grandi alberi di carrubbo sono stati piantumati nel bivio della SS115 Modica – Ispica con la strada Cisterna Salemi; altri quattro nell‘area del bivio della Via Modica Giarratana nella confruenza con la Via Loreto Gallinara, e tre, infine sulla Modica Sampieri al bivio con la Via Modica – Cavagucciardo – Pirato.
Altre piantumazioni di alberi secolari seguiranno nei prossimi giorni e precisamente nell’area del bivio con la Via Enzo Sipione, (a lato dell’ex Tribunale), e dove saranno indicati altri luoghi dai cittadini su segnalazione all’amministrazione comunale sulla scorta delle disponbilità di alberi da piantumare.
„L’amministrazione ha inteso profittare dell’opera di sradicamento di alberi secolari, commenta l’assessore Pietro Lorefice, dovuta alla costruzione del lotto autostradale Rosolini – Modica per ottenerli in donazione e collacarli nei luoghi più idonei.
Un intervento di arredo urbano qualificato attesa la secolarità delle specie piantumate che tra qualche anno faranno bella mostra di sè quando, cioé, si adornerano di nuovo e folto fogliame.
Per concretizzare questa iniziativa il nostro sentito grazie va al CAS, alle Consorzio di imprese Cosige, alla ditta Spadaro Scavi e a Floridea. Tutti hanno contribuito in modo gratuito a realizzare questa idea che si muove nella direzione di tutelare l’ambiente e contestualemente alla conservazione di prestigiose specie che con la loro presenza da secoli caratterizzano il nostro territorio“.