Trapianto cornea, nuova tecnica laser al bambino Gesù

Recuperare la vista rapidamente, riducendo il rischio di rigetto. E' la nuova tecnica laser per il trapianto parziale di cornea messa a punto e sperimentata con successo all'ospedale Pediatrico Bambino Gesu' dall'equipe guidata da Luca Buzzonetti, responsabile dell'Unita' Operativa Complessa di Oculistica. I dettagli della sperimentazione clinica sono stati pubblicati sulla rivista scientifica Journal of Refractive Surgery. La nuova tecnica si utilizza in caso di patologie e lesioni che interessano gli strati anteriori della cornea (in particolare lo stroma) senza il coinvolgimento della parte piu' profonda, l'endotelio, la cui conservazione abbatte il rischio di rigetto. E' necessaria, ad esempio, quando l'occhio perde la sua capacita' di vedere perche' la cornea e' danneggiata gravemente a causa di patologie come il cheratocono (malattia rara e degenerativa che deforma la cornea distorcendo le immagini) o di infezioni che hanno prodotto cicatrici (leucoma corneale). In questi casi si restituisce trasparenza alla superficie oculare mediante la sostituzione parziale di tessuto, che si preleva da un donatore cadavere.