Roma, animali del Bioparco al riparo per freddo

Emergenza freddo al Bioparco di Roma. MOlte specie animali sono state messe al riparo dal freddo. “In questi giorni animali come lupi, bisonti o cammelli della Battriana non hanno problemi, poiché provengono da zone con inverni particolarmente freddi – spiega il Presidente della Fondazione Bioparco di Roma, Federico Coccìa, medico veterinario – ma molti altri, tra cui primati, elefanti, ippopotami, durante il giorno possono scegliere se rimanere all’interno dei ricoveri riscaldati o uscire nei recinti esterni. Inoltre, i guardiani compiono un attento monitoraggio quotidiano su eventuali sintomi dell’esposizione al freddo - continua Coccìa - e predispongono diete speciali per alcuni animali che consistono in pasti a base di alimenti ad alto contenuto calorico”.

Nel caso dei cercocebi (nelle foto) i guardiani distribuiscono nell’area esterna patate lesse calde, ‘servite’ insieme alle camole, insetti che conferiscono un maggiore apporto proteico. Mentre gli scimpanzé (nelle foto) ricevono per colazione orzo, tè, e latte di soia caldi, in cui viene sciolto il miele, e tisane tiepide a base di finocchio o mirtillo.

Inoltre, gli impianti di riscaldamento ‘a pavimento’ presenti nel Villaggio degli Scimpanzé e nei ricoveri interni degli oranghi consentono a queste scimmie antropomorfe di dormire al caldo. L’area delle scimmie più piccole del mondo è invece provvista di un moderno impianto di riscaldamento che si attiva quando la temperatura scende al di sotto di quella programmata (intorno ai 22°).