Ragusa, successo per i Piccoli Attori Iblei

“Abbiamo creato una vera e propria famiglia. Che si vuole bene e che si rispetta. E che lo fa coltivando la passione comune per il teatro”. Lo dicono Mariuccia Cannata, in arte Pipitonella, ed Elisa Marino che, nel weekend appena conclusosi, hanno portato in scena per ben due volte, sabato e domenica, al teatro dell’Accademia della bellezza di Ragusa, una commedia brillante dal titolo “…Comu maritari na fighia!?” interpretata dalla compagnia “Piccoli attori iblei” composta solo da ragazzini e ragazzine. La storia è quella di una donna ricca alla ricerca di un titolo nobiliare. Finalmente trova un barone che sarebbe disponibile e che però ha qualche difettuccio fisico: un occhio di vetro, una gamba di legno e una gobba. Oltre a un mare di debiti. Nonostante tutto la vicenda sembra incanalarsi verso la giusta direzione, almeno per la donna, sino a quando, dalla Francia, non ritorna l’ex moglie del barone. Si riaccende la fiamma sopita e i due danno vita alla classica fuga d’amore. “Una trama semplice – spiegano Cannata e Marino – resa divertente dalla spontaneità dei bambini e che ha una morale, cioè i soldi non danno la felicità ma la vita è vera solo se non c’è povertà di cuore. Intendiamo ringraziare il pubblico che ci è venuto a trovare in queste due giornate. I ragazzini si sono divertiti parecchio e si sono cimentati con una esperienza per loro molto particolare. Vorremmo, inoltre, mettere in rilievo come da quest’anno abbiamo accolto anche due ragazzini autistici che si sono prodigati al meglio per recitare la propria parte e che rappresentano per noi la più grande sfida. Si sono integrati benissimo nel gruppo e assieme a loro abbiamo dato vita a uno spettacolo brillante ed esilarante. E’ questa la più grande scommessa che riteniamo di aver vinto con il sostegno anche dei genitori che ci hanno dato fiducia. Abbiamo davvero formato una bella squadra e ora speriamo di continuare con altri lavori”. Mariuccia Cannata ed Elisa Marino stanno portando avanti questa esperienza già da oltre un anno e la compagnia si è esibita in un altro paio di occasioni. Il gruppo sta crescendo bene e non è da escludere che un prossimo lavoro possa essere proposto al pubblico già prima dell’estate.