Astronomia, scoperta la supernova assassina

Trovata Ad oggi risulta la più brillante poichè è  570 miliardi di volte più luminosa del Sole e 20 volte più della Via Lattea. Descritta su Science, si trova in una galassia visibile dall'emisfero australe e distante 3,8 miliardi di anni luce; se fosse vicina come la stella Sirio la vedremmo splendere come il Sole. L'ha vista il gruppo internazionale coordinato da Subo Dong, dell'università di Pechino, e di cui fanno parte gli italiani Gianluca Masi, responsabile del Virtual Telescope, e Filomena Bufano, dell'osservatorio di Catania dell'Istituto nazionale di astrofisica (Inaf). La scoperta è avvenuta nell'ambito del programma ASAS-SN (All-Sky Automated Survey for SuperNovae system), che per i ricercatori può essere pronunciato 'Assassin'. Appartiene alla rara famiglia delle supernovae super-luminose (Ssl), delle quali sono state osservate finora solo poche decine e "la sua interpretazione è davvero problematica", ha rilevato Masi.

(Immagine in falsi colori della galassia ospite prima dell’esplosione di ASASSN-15lh [sinistra], e la supernova ripresa dal telescopio da 1 metro del Las Cumbres [destra] - fonte: The Dark Energy Survey, G. Masi and the ASAS-SN team)