Comiso, rapina panificio a Pedalino: arrestato

E' entrato in un panificio minacciando la donna che era alla cassa di consegnare l'incasso facendo sporgere la tasca come se avesse una pistola. Così la donna intimorita ha consegnato al malvivente l'incasso della sera pari a circa 165 euro. Poi si è dato alla fuga. E' accaduto ieri intorno alle ore 18 in un panificio di Pedalino, frazione di Comiso. Appena il rapinatore è uscito la donna ha gridato avvisando il marito e anche un cliente appena entrato nel panificio. Nel frattempo è uscita fuori ed ha indicato al marito l’uomo che li aveva rapinati e ha chiesto ad alcuni passanti di chiamare la Polizia mentre il marito ed il cliente si sono messi alla ricerca del rapinatore. Sul posto sono state subito inviate due volanti presenti a Comiso, due volanti presenti a vittoria, la macchina della Polizia giudiziaria del Commissariato di Comiso e una pattuglia della Squadra Mobile sempre presente nel versante ipparino. Le auto coordinate dal centrale operativa di Ragusa hanno circondato la zona di Pedalino. Grazie a dettagli sull'auto, una 147 di colore scuro, con cui il rapinatore è fuggito gli agenti sono riusciti a bloccarlo.  L’uomo è stato immediatamente perquisito ma non è stata trovata alcuna arma. Nascosto sotto un tappetino dell'auto però sono stati trovati i 165 euro provento della rapina. Così per l'uomo, il 49enne di origine fiorentina ma residente a Comiso Fabrizio D'Onofrio, con alcuni precedenti penali, è stato arrestato per rapina. I soldi sono stati subito restituiti ai legittimi proprietari.