Scicli, Firullo "Abbate si occuperà del Busacca. Manovre elettorali"

"Ancora una volta leggo con sconcerto che il sindaco Ignazio Abbate incontrerà il direttore generale dell'Asp Maurizio Aricò per discutere sulla destinazione dell’ospedale Busacca di Scicli. Una notizia che ha scatenato sgomento ed ira tra l’opinione pubblica e la classe politica della città di Scicli". A parlare è Antonio Firullo di Fratelli d'Italia. "Oltre al danno, la beffa! E’ con forte indignazione che intendo reagire da cittadino sciclitano di fronte a un ennesimo scempio della sanità di Scicli. Proprio stamani rimango allibito e costernato dalle dichiarazioni del sindaco Abbate che pretende la chiusura del nosocomio Busacca. Un sindaco di un’altra città che con un cenno spazza via tutto e tutti, declassando i deputati On. Ragusa, esponente del Governo Crocetta a Palermo, e la Sen. Padua, esponente del Governo Renzi a Roma, per non parlare di tutta la classe politica e addirittura di coloro i quali pagheranno a spese loro queste scelte sconsiderate ed incoscienti: i cittadini. E’ inaudito. Il nostro ospedale oggetto di manovre elettorali. Con quale criterio,- mi chiedo- il sindaco Abbate può decidere le sorti della salute dei cittadini sciclitani? Mi faccio portavoce di cittadini stanchi, privi del diritto di essere curati, assistiti, e di subire la privazione violenta e senza scampo della propria struttura ospedaliera.
E’ assurdo pensare che un cittadino in gravi condizioni debba necessariamente recarsi a Modica anziché poter usufruire della struttura a Scicli, rischiando, in questo modo, la propria vita. Per non parlare del boom turistico riscontrato dalla nostra città senza tenere conto dell’eventualità di ricorrere a casi di emergenze.
Noi sciclitani non siamo delle pedine nelle mani di nessuno!A noi interessa, principalmente, che all’Ospedale Busacca venga, quanto meno, garantito l’impatto di emergenza, (Pronto Soccorso, Chirurgia e Cardiologia).
Il sindaco Abbate asserendo che l’Ospedale Busacca “debba essere accorpato a quello di Modica” dettando i numeri del pronto soccorso di Scicli, vuole ignorare, però, che i “Codici Gialli” di Modica, da sempre, vengono trasferiti a Scicli.Esigiamo quello che ci spetta per diritto. Noi non vogliamo essere manovrati da nessuno, tanto meno essere oggetto di strategie e consensi elettorali e invece, in questo modo i cittadini saranno vittime che subiranno le conseguenze di decisioni scellerate di altri! I medici si occupino solo dei pazienti, dei malati per i quali hanno prestato giuramento di Ippocrate. Auspico pubblicamente che la magistratura e il Presidente della Commissione Antimafia della Sicilia, On. Musumeci, si interessino del caso qualora vi fossero illeciti e/o interessi privati di chiunque intende perorare la causa della chiusura dell’ospedale Busacca di Scicli".