Comiso, i controlli della Polizia

Nel corso del periodo Festivo è stato effettuato un accurato controllo del territorio volto alla prevenzione ed eventuale repressione dei reati CD “predatori”.
In particolare gli uomini della Polizia di Stato hanno posto particolare attenzione a tutti gli esercizi commerciali ovviamente presi di mira dai consumatori per gli acquisti natalizi (dai grandi supermercati alle gioiellerie ai negozi di articoli da regalo).
È stata data particolare attenzione anche allo scalo aereo Casmeneo interessato da un numero sempre crescente di voli, anche per destinazioni attualmente ritenute a rischio.
In alcune giornate è stata presente anche la squadra artificieri della Polizia di Stato con le unità cinofile che hanno garantito le partenze tranquille dei voli per le destinazioni sensibili.
Numerose le pattuglie di Polizia impiegate che hanno permesso di procedere all’identificazione di un consistente numero di persone e alla verifica del rispetto della permanenza in casa di arrestati domiciliari e di altri soggetti sottoposti a misure di privazione della libertà personale; non sono mancati i controlli ai veicoli o i verbali al codice della strada, così come non è mancata neppure l’attività di repressione dei reati.

In particolare questi i numeri dei controlli:

847 persone controllate;
133 veicoli;
160 persone sottoposte agli arresti domiciliari sono state controllate;
51 persone sottoposte a limitazioni della libertà personale sono state controllate;
17 i verbali al CDS contestarti che vanno dalla mancanza della copertura assicurativa alla guida senza patente;
1 persona accompagnata in ufficio per identificazione;
1 perquisizione personale;
1 sequestro di armi portate abusivamente;
1 sequestro di veicolo perché privo della prescritta copertura assicurativa;
3 persone segnalate in stato di liberta alla AG due per furto e una per porto abusivo di arma.
1 furto di cavi di rame sventato dal pronto intervento della Volante del Commissariato con il rinvenimento dei cavi tagliati e di un furgone rubato a Castelvetrano e utilizzato per la commissione del reato.
Infine 59 sono state le pattuglie impiegate che hanno effettuato 25 interventi di soccorso nei confronti della popolazione.