Sclerosi laterale amiotrofica, scoperto il killer molecolare che uccide i neuroni

Individuato il "killer molecolare" che uccide i neuroni responsabili del movimento nei pazienti colpiti dalla Sclerosi laterale amiotrofica (Sla). A scoprirlo un gruppo di ricercatori dell'Università del North Carolina. Lo studio parla di un aggregato di tre proteine, estremamente instabile e reattivo, che "avvelena" il sistema nervoso centrale portando alla paralisi. La ricerca è stata pubblicata su Pnas. Lo studio statunitense apre la strada anche su altre malattie neurodegenerative accomunate dalla presenza di aggregati di proteine anomale nel cervello, come nel caso dell'Alzheimer. I ricercatori hanno scoperto che l'aggregato "killer" nasce dall'unione di tre proteine SOD1 "incollate" fra loro: il complesso si è dimostrato capace di uccidere i neuroni motori coltivati in laboratorio. Gli studiosi adesso vogliono conoscere la forma delle strutture per ideare nuovi farmaci, per bloccarne l'azione o prevenirne addirittura la formazione.