Appuntamenti

Ragusa, quarto appuntamento del corso formativo della Pastorale

0

0

0

0

0

Ragusa, quarto appuntamento del corso formativo della Pastorale Ragusa, quarto appuntamento del corso formativo della Pastorale

Si terrà lunedì 16 novembre, alle 16, nella biblioteca dell’ospedale Civile, il quarto incontro per volontari operanti nella Pastorale della salute, nelle cappellanie ospedaliere e per i ministri straordinari della santa

Si terrà lunedì 16 novembre, alle 16, nella biblioteca dell’ospedale Civile, il quarto incontro per volontari operanti nella Pastorale della salute, nelle cappellanie ospedaliere e per i ministri straordinari della santa comunione. L’iniziativa rientra nel contesto del corso formativo promosso dall’ufficio diocesano per la Pastorale della salute di Ragusa. Lunedì il tema affrontato sarà quello del ministero della consolazione e a relazionare saranno la dottoressa Rosa Giaquinta e il dott. Rosolino Iurato sempre alla presenza di don Giorgio Occhipinti, direttore dell’ufficio diocesano per la Pastorale della salute. “Imparare ad accogliere la sofferenza, ed anche la morte – dice don Occhipinti – sostenendo ed accettando la vita: questa è la sfida di chi si dedica all’assistenza ai sofferenti. La persona malata ha bisogni che solo la scienza e la medicina possono soddisfare, ma ha in egual misura bisogno di senso di appartenenza, comunicazione, ascolto, sicurezza ed in particolare sollievo dal dolore che non ha connotazioni solo fisiche, bensì emozionali e spirituali. Si corre il rischio di considerare l’uomo solo come insieme di organi ed apparati, perdendo di vista l’unicum che ciascuno di noi rappresenta. Ogni uomo è l’unione inscindibile di carne, mente e spirito e come tale deve essere preso in carico da chi lo assiste. La sofferenza è il banco di prova della nostra condizione, ci ricorda la nostra caducità e ci porta improvvisamente a dipendere dagli altri e a provarne frustrazione ed angoscia. E’ compito di chi assiste gli ammalati, siano essi professionisti della salute, familiari o volontari, fare in modo che non si sentano sminuiti, soli, avviliti, ma sentano l’empatia fra due esseri umani a confronto”.
 

0

0

0

0

0

Ragusa
Diocesi
Commenti
Ragusa, quarto appuntamento del corso formativo della Pastorale
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Ho letto l'informativa sulla la tutela della privacy e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali inseriti.
News Precedente
Modica, esercitazione di Protezione Civile
News Successiva
Ragusa, seminario del progetto Trazzere