Appuntamenti

Ragusa, "Fisarmonicamente" con Melodica

0

0

0

0

0

Ragusa, "Fisarmonicamente" con Melodica Ragusa, "Fisarmonicamente" con Melodica

COntinua con successo la 20° Stagione Concertistica Internazionale "Melodica" patrocinata dal Comune di Ragusa con la direzione artistica della pianista, Maestro Laura Nocchiero. Sabato 28 marzo, alle ore 20,30, presso l'auditorium

COntinua con successo la 20° Stagione Concertistica Internazionale "Melodica" patrocinata dal Comune di Ragusa con la direzione artistica della pianista, Maestro Laura Nocchiero. Sabato 28 marzo, alle ore 20,30, presso l'auditorium della Camera di Commercio, si terrà infatti il prossimo concerto dal titolo "Fisarmonicamente", dedicato a famose composizioni tratte dalla musica argentina, operistica e popolare. Protagonista della serata sarà il Duo Curti formato dal fisarmonicista Eugenio Petta e dal pianista Maurizio Marinelli.
Eugenio Petta diplomato in fisarmonica, pianoforte e composizione presso il Conservatorio di Pescara, premiato in molti concorsi internazionali, svolge un'intensa attività concertistica in Italia e all'estero sia come solista, sia in formazioni cameristiche con particolare dedizione al repertorio classico e alle composizioni argentine.
Maurizio Marinelli diplomato in pianoforte presso il Conservatorio di Campobasso, tiene concerti in Italia e all'estero come solista ed in musica da camera per le più importanti società concertistiche. È stato anche premiato più volte come migliore insegnante per aver avuto diversi allievi vincitori di concorsi nazionali ed internazionali.
 

0

0

0

0

0

Ragusa
Concerto
Fisarmonicamente
Melodica
Commenti
Ragusa, "Fisarmonicamente" con Melodica
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Ho letto l'informativa sulla la tutela della privacy e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali inseriti.
News Precedente
A Ragusa la Quaresima 2015 nel segno della preghiera
News Successiva
A Vittoria si presenta il progetto “Oltre la valle”