Salute e benessere

Il sole danneggia i filamenti del Dna

0

0

0

0

0

Il sole danneggia i filamenti del Dna Il sole danneggia i filamenti del Dna

L’esposizione al sole danneggia il Dna anche dopo essersi messi a riparo. Lo rivela uno studio della Yale University in Usa, pubblicato sulla rivista Science. Dalla ricerca è emerso che i raggi ultravioletti innescano una reazione nei melanociti, le cellule della pelle responsabili dell'abbronzatura, che continua a danneggiare il Dna anche tre ore dopo l'esposizione. Per arrivare a queste conclusioni gli studiosi hanno esposto i melanociti di uomini e topi alle radiazioni di una lampada Uv, che ha prodotto un tipo danno al Dna, noto come cpd, che impedisce che le informazioni che contiene siano lette correttamente. Sorprendentemente i ricercatori hanno osservato che i melanociti continuano a provocare danni anche ore dopo l'esposizione.Questo perchè la luce Uv innescherebbe due enzimi che si combinano insieme per attivare un elettrone nella melanina. L'energia generata da questo processo viene trasferita al Dna anche al buio, provocando così lo stesso danno che si ha quando si e' esposti alla luce solare. Alla luce di questi risultati i ricercatori sperano di poter sviluppare una protezione solare in grado di assorbire anche questa energia "cattiva". 

0

0

0

0

0

SoleRadiazione ultraviolettaDanneggiaDnaStudioUsa
Commenti
Il sole danneggia i filamenti del Dna
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Ho letto l'informativa sulla la tutela della privacy e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali inseriti.
News Precedente
Arriva il cioccolato anti-età: previene le rughe
News Successiva
Cellule staminali, approvato farmaco che ridà la vista