Appuntamenti

Ragusa, pittura e musica per ibla classica

0

0

0

0

0

Ragusa, pittura e musica per ibla classica Ragusa, pittura e musica per ibla classica

L’arte pittorica incontra ancora una volta la musica con Ibla Classica International. Verrà inaugurata domenica 7 dicembre alle ore 17 al Teatro Donnafugata a Ibla la mostra “Respiro d’Arte”, la nuova esposizione di

L’arte pittorica incontra ancora una volta la musica con Ibla Classica International. Verrà inaugurata domenica 7 dicembre alle ore 17 al Teatro Donnafugata a Ibla la mostra “Respiro d’Arte”, la nuova esposizione di Ausilia Miceli. Una personale che propone un intenso percorso, capace di partire dai foyer del teatro per arrivare fin sopra il palcoscenico, incrociandosi con alcune delle più grandi arie di sempre. Proprio domenica 7 alle ore 18, infatti, sei delle opere in mostra interagiranno con lo spettacolo della stagione concertistica dell’A.Gi.Mus, divenendone parte integrante. In concerto il soprano Francesca Scaini, madrina della mostra, accompagna al pianoforte da Ruben Micieli, esibendosi in “Puccini e le sue donne: tragedia e sentimento”. Illustre interprete, la Scaini ha vinto nel 2000 il concorso internazionale Maria Callas - Rai, Teatro di Busseto ed è stata per 5 anni la Prima Donna della Staatsoper di Hannover, debuttando nei ruoli di Aida, Donna Anna, Tosca, ed altri ancora. E’ stata lei stessa a scegliere i sei dipinti che saliranno sul palco, “6 personaggi in cerca di verità”. Si tratta di 6 donne che ricercano la loro verità attraverso la voce delle donne di Puccini. Un incontro artistico tra l’opera pittorica di Ausilia Miceli ed il canto del soprano Francesca Scaini in cui si manifesta “l'universalità dell’eterno femminino”, un eterno fatto di immutabile, di sentimenti, di tormenti, di dissidi interiori, di femminilità. Un eterno femminino che vince spazio e tempo, che si ripropone in luoghi ed epoche diverse, sempre con la stessa intensità e che viene raccontato dalle protagoniste del melodramma pucciniano così come dalle tele dipinte dalla Miceli. Le opere pittoriche della pittrice faranno da scenografia alla personale interpretazione del soprano, in questa performance teatrale che unisce sul palcoscenico del Donnafugata musica, canto, recitazione e pittura. Madama Butterfly, Boheme, Suor Angelica, Tosca, Liù e Turandot (questi due personaggi distinti ma della stessa opera) avranno l’immagine di "Ignominia", " Estasi", "Madonna", "Recondita armonia", "L'Amante", "Buio scarlatto", donne che per la loro natura ed i loro tormenti riflettono la natura ed il tormento di infinite donne. La mostra, interna alla programmazione di Ibla Classica International 2014-2015 sotto la direzione artistica di Giovanni Cultrera, si estende nelle sale del foyer del Teatro Donnafugata. L'esposizione raccoglie una collezione di opere inedite oltre ad una selezione di dipinti che delineano il percorso artistico della pittrice. «"Respiro d'Arte" è segno di una vita che pulsa, di una vita artistica che si esprime attraverso opere che "respirano" e "danno respiro" – spiega Ausilia Miceli, approfondendo il titolo dato alla mostra - Quante volte lo spettatore di fronte ad un’opera d’arte ne ha percepito il respiro, un sospiro dipinto o immaginato, un alito vibrante o inebriante. E quante volte quello stesso spettatore contemplando un’opera d’arte, ha respirato o sospirato liberando un'emozione, uno stato d'animo. L’arte di per sé è respiro, fa respirare, o talvolta toglie il respiro. Una contrapposizione che consapevolmente crea meraviglia, stupisce, leva il fiato per la particolare bellezza. "L'attesa" le cui due entità si respirano sfiorandosi mentalmente, "quinta dimensione" con un respiro presente nelle candele che si smuovono con un soffio da lontano, oppure "Imprimatur" tra il rosso e il nero respirati in un istante sospeso e che ferma il tempo. Questo il respiro di alcune delle opere inedite esposte, il respiro che unisce tutto e che verosimilmente rappresenta il respiro liberatorio di ogni pittore alla sua ultima pennellata sulla tela. La mostra sarà resterà al teatro fino all’1 giugno 2015 e potrà essere visitata nei fine settimana con i seguenti orari: venerdì dalle 17 alle 22 e sabato e domenica dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 22.
 

0

0

0

0

0

Ragusa
Foyer
Teatro
Donnafugata
Mostra
Ausilia miceli
Giovanni cultrera
Commenti
Ragusa, pittura e musica per ibla classica
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Ho letto l'informativa sulla la tutela della privacy e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali inseriti.
News Precedente
Tutto pronto per ChocoModica 2014
News Successiva
Ragusa, uno spettacolo per promuovere la casa dei diritti