Blog: la Penna di...

Emergenza democrazia al Comune di Ragusa

0

0

0

0

0

Emergenza democrazia al Comune di Ragusa Emergenza democrazia al Comune di Ragusa

Quanto successo al Comune per quanto riguarda le nomine del nuovo consiglio di Amministrazione, ci lascia attoniti, ma è solo uno dei fatti ripetuti nel tempo che l'Amministrazione M5S ci fa registrare alla collettività ragusana, sia quella che ha votato, appoggiando il nuovo, sia quella che non l'aveva scelta. L'annullamento di nomine come quella del sen.Battaglia, che ha condotto egregiamente il suo compito, difendendo il Consorzio e l'Università iblea da sempre, con competenza e dedizione, ci fa riflettere.Non entriamo in merito dei nomi scelti e lasciamo le considerazioni ad altri, ma quello che emerge è una vera e propria emergenza democrazia.La democrazia è annullata dalle maggioranze bulgare dentro il Palazzo, da un'assenza di comunicazione e dialogo del sindaco con i suoi cittadini, che demanda tutto ai suoi assessori di settore,senza mai apparire in prima persona. L'aver nominato secondo criteri discutibili persone nuove, sostituendo in base a criteri non certamente oggettivi ma di parte,ci induce a delle considerazioni sull'operato dell'Amministrazione. D'altronde il comportamento non limpido si è riscontrato in diverse occasioni, come nel caso del Teatro della Concordia, immobile da ristrutturare per memoria e storia,per una questione di rivitalizzare il centro storico, per ridare ai cittadini ragusani il Teatro Comunale. Ecco che l'architetto Aldo Baldo e il suo studio ,che hanno elaborato il Progetto, vengono rassicurati dal sindaco Piccitto e dall'assessore Di Martino, per fare delle variazioni,ma nel frattempo questi propongono varie soluzioni,nuovi progetti avveniristici in laboratori creati ad hoc,il Cinema Ideal ,che a stento può contenere 90 posti e un palcoscenico adatto a monologhi o a un pianoforte, il Teatro Quasimodo,che certamente non sono teatri Comunali. Il procedimento è sempre lo stesso:tenere buoni gli operatori culturali di settore, e non dare il Teatro Comunale, forse perché le precedenti amministrazioni lo avevano proposto alla cittadinanza , e loro,homines novi del sistema devono annullare anche il buono di queste amministrazioni? La rete civica Pro Concordia ha raccolto 1300 firme, ma il Sindaco rimanda anche l'incontro con la Rete Civica,forse sperando che l'estate rabbonisca gli animi? Risultato è che l'architetto Baldo sta intervenendo legalmente per la sua parcella e non intende ancora aspettare Godot e le decisioni del Sindaco e dell'Assessore DiMartino, che rimandano e non decidono con chiarezza alcuna.Danno erariale al Comune? Ragusani,svegliatevi!

Un giornalista del Corriere della sera, ieri, ha pubblicato un articolo su fatti verificatisi laddove c'è amministarzione m5s, Pomezia, Parma, Ragusa ed altri. I problemi sono similari. E' facile urlare,criticare, il problema sono le costruzioni dei programmi culturali,sociali,economici e giovanili. Ma programmi ce ne sono,o si va a tentoni? Questi sono semplicemente due esempi,poi c'è il resto, trasparenza negli atti, delibere più volte non in regola, l'abbandono della città,che era conosciuta ovunque per il suo aspetto lindo e accogliente, ecc. Insomma,i Ragusani si chiedono se il finto nuovo debba essere sopportato ancora a lungo. I Ragusani vedono e mal sopportano non i met up,ma questo continuo attacco alla democrazia.

Rosanna Bocchieri
 

0

0

0

0

0

Rosanna bocchieri
Ragusani
Comune di ragusa
Sindaco piccitto
Commenti
Emergenza democrazia al Comune di Ragusa
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Ho letto l'informativa sulla la tutela della privacy e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali inseriti.
News Precedente
Ragusa risponde con una lettera aperta a Galazzo
News Successiva
Amigdala: Un film di Vito Pagano