Appuntamenti

Dramma Sacro a Vittoria, nascerà una “fondazione”

0

0

0

0

0

Dramma Sacro a Vittoria, nascerà una “fondazione” Dramma Sacro a Vittoria, nascerà una “fondazione”

Il “Dramma Sacro” edizione 2014 presenta una novità. Da oggi, complice la crisi economica e le risorse sempre più limitate, si percorreranno strade diverse per mantenere in vita la grande tradizione vittoriese del venerdì santo. E la strada prescelta è quella della fondazione: se ne parla da anni, tra una prova ed un’altra, un costume da provare ed un testo da ricercare. Nella conferenza stampa di presentazione che si è svolta ieri nei locali della fondazione “Lina Secolo” è stato l’ex assessore Giovanni Macca a gettare la pietra nello stagno. Macca ha portato allo scoperto una proposta lanciata da tempo e che oggi vede anche l’arciprete, don Vittorio Pirillo, tra i suoi sostenitori.
Pirillo ha aperto ieri la conferenza stampa, rimarcando l’importanza del “Dramma Sacro”, il ruolo della Chiesa madre che, da sempre, si è assunta l’onere di curare e perpetuare questa tradizione. Anche perché alla basilica afferiscono anche la congrega zio del santissimo Crocifisso, che venne fondata da padre Luigi la Nuza, che predicò una missione negli anni che seguirono la fondazione della città.
Con lui c’era l’assessore Piero Gurrieri, che ha garantito il sostegno del comune, che pure sarà inferiore rispetto al passato. C’era anche il regista Massimo Leggio che da alcuni anni guida il drappello del Dramma Sacro. Leggio ha spiegato che quest’anno il prologo sarà interpretato dagli stessi attori che poi porteranno in scena il vero e proprio Dramma Sacro, che segue l’antico testo del marchese Alfonso Ricca. Il prologo sarà più semplice, sarà in prosa, accessibile a tutti. In scena ci saranno gli uomini del nostro tempo (tra questi anche una immigrata nigeriana) che porranno delle domande e che “decideranno” di narrare la storia della salvezza. Loro stessi, lasceranno i panni precedenti per vestire quelli dei personaggi del venerdì santo. Oltre allo storico testo di Alfonso Ricca, Leggio, per il prologo del Dramma Sacro, ha scelto dei brani tratti da “Il dolore e la luce”, del poeta vittoriese Emanuele Giudice, parole di Papa Francesco e alcune “testimonianze dei diseredati della Terra. Frammenti di vita e di dolore degli uomini della nostra contemporaneità”.Insieme a Leggio, che sulla scena interpreta Misandro, uno dei personaggi centrali, c’era Andrea Traina, che nel Dramma Sacro sarà Nizech.

La rappresentazione unitaria unica in Italia, si chiude con la Resurrectio, domenica 20 aprile, alle 20.30, all’interno della Basilica San Giovanni Battista. “Si tratta – afferma Leggio – della rinascita, della speranza, della gioia, la lenta e faticosa conquista di un’identità spirituale che implica una capacità di ascolto e di condivisione. In linea, e quasi in un naturale incastro drammaturgico, i due allestimenti propongono la medesima struttura: la presenza di un prologo ed un epilogo affidati al coro. E una parte centrale, in versi, affidata ad una compagnia di attori”. Tra gli interpreti del Dramma Sacro, figurano: Massimo Leggio, che, oltre a curare la regia, porta sulla scena il personaggio di Misandro. Liliana Stimolo, che, oltre ad occuparsi dei costumi, interpreta Maria. Giuseppina Vivera è la Maddalena. Giuseppe Carbone è Giuseppe. Emanuele Puglia, al venticinquesimo anno dalla sua prima partecipazione al Dramma Sacro, è Nicodemo. Piero Gurrieri è Giuda. Andrea Traina, oltre a collaborare alla regia, interpreta il ruolo di Nizech. Adriano Gurrieri è Giovanni. Agelo Eterno è il Centurione. Emanuele Nicosia è Longino. Appaiono sulla scena anche Rosanna Allegria e Massimiliano Nicosia. L’organizzazione è opera di Rosalba Amorelli. Angelo Rizza cura la direzione tecnica.

Dai protagonisti del Dramma Sacro parte un appello: “Non guardate lo spettacolo in televisione, il Dramma sacro deve essere vissuto in piazza Calvario. Quello è il luogo simbolo della città che, grazie ad esso, riannoda i fili della memoria e della propria identità.

(Foto del Quotidiano di Ragusa)
 

0

0

0

0

0

Vittoria
Ragusa
Dramma Sacro Vittoria
dramma sacro fondazione
Conferenza dramma sacro
Don vittorio pirillo
Giovanni macca
Massimo leggio
Commenti
Dramma Sacro a Vittoria, nascerà una “fondazione”
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Ho letto l'informativa sulla la tutela della privacy e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali inseriti.
News Precedente
L'istituto Archimede intitola un'aula a Arnaldo Belgiorno
News Successiva
Terza serata con “Ragusa suona”