Blog: la Penna di...

Palma della Pace-Giorgio La Pira

0

0

0

0

0

Palma della Pace-Giorgio La Pira Palma della Pace-Giorgio La Pira

Il Comitato organizzatore de “La Palma della Pace - Giorgio La Pira” - istituita a Pozzallo nel 1999 dalla Parrocchia S. Maria Portosalvo, dalla Confraternita “Maria SS. Addolorata” e dall’Associazione “Giorgio La Pira- Spes contra spem”- ha deciso di conferire ai cittadini di Pozzallo unitamente ai cittadini di Portopalo di Capo Passero “La Palma della Pace-Giorgio La Pira” dell’anno 2014.
Consapevoli della testimonianza di civile accoglienza e di fraterna solidarietà manifestate dai cittadini dei due Comuni costieri, sensibili all’eredità di Giorgio La Pira, “voce e parola della povera gente”, che al Mediterraneo dei popoli, al Lago di Tiberiade del cammino di Abramo, affidava la cristiana ed esaltante speranza della fratellanza e della pace.
La cerimonia si svolgerà la Domenica delle Palme 13 aprile c.a. alle ore 18.30 nel piazzale antistante il Palazzo-Torre Cabrera, dopo la solenne Celebrazione Eucaristica presieduta da Sua Ecc.nza Rev.ma Mons. Antonio Staglianò (nella foto). Pertinente si rivela la motivazione del conferimento de “La Palma della Pace- Giorgio La Pira” ai cittadini dei due comuni costieri, che accolgono le maree umane contrassegnate dall’ offesa storica e sociale ai diritti umani.

Motivazione
Ai Cittadini di Portopalo di Capo Passero e di Pozzallo
I cittadini delle due città costiere, memori delle lunghe traversate oceaniche che nei secoli passati segnarono gli emigranti siciliani nel viaggio della speranza verso l’America in cerca dell’ agognato lavoro e della negata dignità umana, sono tutt’oggi partecipi del percorso inverso intrapreso dalle migliaia d'immigrati arabi e africani i quali, come i siciliani di allora, fuggono dalla miseria, dalla fame, dalla malattia e dalle guerre. Agli innumerevoli e provati migranti che sbarcano sulle coste siciliane, i cittadini del litorale, dove echeggiano voci di aiuto e di soccorso, hanno offerto e continuano a offrire l’abbraccio umano e l’accoglienza solidale, intuendo che la precarietà di vita, spesso destinata a spegnersi in rotte perdute, interpella il credo religioso e il civile impegno. Oggi, nonostante una crisi epocale dell'economia, esiste ancora la differenza economica tra paesi ricchi e paesi poveri, tra nord e sud del mondo. In questo modo si attualizza la profezia del pozzallese Giorgio La Pira, già Sindaco di Firenze: ”Fare delle Nazioni, nel rispetto dei loro inconfondibili caratteri,un’unica famiglia umana in modo da assicurare a tutti gli uomini la gioia del lavoro,della casa,della fraterna assistenza e della ricchezza culturale, spirituale e religiosa”
Michele Giardina
 

0

0

0

0

0

Palma Pace
Giorgio La Pira
palma pace pozzallo
Pozzallo
Portopalo capo passero
Cittadino pozzallo palma pace
Articolo diRedazione

Quotidiano di Ragusa

Commenti
Palma della Pace-Giorgio La Pira
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Ho letto l'informativa sulla la tutela della privacy e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali inseriti.
News Precedente
La spending review è usata ovunque con identica misura?
News Successiva
"Edo Natoli: "Niente è irrealizzabile...dopo Secchi"!