Blog: la Penna di...

Le politiche del “rigore” calcistico di alcune Amministrazioni

0

0

0

0

0

Le politiche del “rigore” calcistico di alcune Amministrazioni Le politiche del “rigore” calcistico di alcune Amministrazioni

C’è un vecchio detto siciliano che recita : “fai debbiti, fai debbiti e nun ti fari mali appatiri cà cco forti fari debbiti ngalera nun ppuoi iri”. Ho la sensazione netta che la Giunta a guida Abbate abbia adottato tale detto, noncurante di tutto ciò che consegue a chi si lascia affascinare da certe filosofie. Lungo il corso della mia vita, ho conosciuto tante persone, tanti piccoli imprenditori, che nel passatoa vvalendosi di quelle maglie, talvolta incomprensibilmente larghe delle banche e delle società finanziarie, hanno accumulato debiti, come se non li dovessero mai restituire. E’ ovvio che l’accesso al credito senza una preventiva e possibile pianificazione del ridare le somme finanziate più gli interessi, prima o poi pone nella condizione di essere segnalati in un apposito albo nazionale e da quel momento si è impediti ad accedere a qualunque forma di credito, determinandosi per costoro una crisi irreversibile , grazie al loro senso d’irresponsabilità con cui hanno gestito le risorse delle proprie famiglie o delle proprie imprese. La Giunta Abbate, avvalendosi della legge 50/2014 che consente di elevare da 3 a 5 dodicesimi le anticipazioni della tesoreria in riferimento alle entrate accertate nel penultimo anno precedente, ha approvato una delibera per chiedere alla banca tesoriere di aumentare la propria esposizione fino a 17 milioni, pari ai 5 dodicesimi dei 40 milioni accertati nel 2012. Nei mesi scorsi, mi chiedevo con quali nuove risorse quest’Amministrazione riuscisse ad organizzare eventi d’ogni genere; oggi, finalmente, sappiamo da quale pozzo attinge per realizzare feste e festini. Facendo debiti!Il dramma di questi comportamenti superficiali nelle Amministrazioni è che a pagare prima o poi saremo noi cittadini e non come nel caso di singole persone non avvedute, chi persegue azioni scriteriate nella ricerca di risorse finanziarie.La Corte dei Conti, esaminando i bilanci di questo Comune, aveva già rilevato l’eccessivo ricorso alle anticipazioni di cassa con il conseguente aggravio degli oneri finanziari, tant’è che ad oggi non ha ancora approvato il piano di riequilibrio presentato dal Comune; oggi che questa Giunta ha deciso di elevare da 12 a 17 milioni le anticipazioni di cassa, la Corte dei Conti applaudirà tale scelta?Non sarebbe più responsabile che questi amministratori rinunciassero a qualche festa, alla possibilità di qualche passerella, evitando di aggravare la già difficile situazione dell’Ente? E’ il caso di ricordare che la qualità d’un amministratore si evince non dalle feste realizzate ma dal senso di responsabilità con cui si gestisce la cosa pubblica. 

0

0

0

0

0

Giombattista ballarò
Ballarà
Titta ballarò
Sindaco modica
Commenti
Le politiche del “rigore” calcistico di alcune Amministrazioni
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Ho letto l'informativa sulla la tutela della privacy e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali inseriti.
News Precedente
Ancora un terremoto e “le stelle” stanno a guardare!
News Successiva
"Andrea Lolli: Paolo Virzì? Caverebbe il meglio di me!"