Blog: la Penna di...

Lo spirito missionario dei politici sui costituendi Liberi Consorzi

0

0

0

0

0

Lo spirito missionario dei politici sui costituendi Liberi Consorzi Lo spirito missionario dei politici sui costituendi Liberi Consorzi

E’ un periodo in cui il tema dei Consorzi comunali, che dovranno nascere in sostituzione delle Province sepolte da una legge tanto approssimativa quanto incomprensibile nei contenuti, tiene banco e non è difficile prevedere che anche nei prossimi mesi si continuerà a scrivere,facendoci cogliere le tante sfaccettature ed indiscrezioni su tutti quei personaggi che pianificano progetti, ipotesi di composizione delle nuove strutture, e in qualche caso strategie volte all’affermazione della propria faccia. Leggo su alcuni giornali on line che un Sindaco della nostra vecchia Provincia convoca conferenze-dibattito coinvolgendo parti sociali e cittadini affinché dai loro interventi, da un confronto allargato, possa trarre indicazioni condivise sulle future posizioni da assumere.Apprendo altresì dalla stampa on line che un altro Sindaco non convoca alcuna conferenza, non è orientato a coinvolgere né parti sociali né cittadini, ricevendo per tale atteggiamento aspre critiche.Penso che noi cittadini, avviliti come siamo da decenni di malapolitica, disabituati al verificarsi di atteggiamenti politici volti esclusivamente al nostro rispetto, abbiamo perso l’abitudine all’elogio di quei rari comportamenti dai quali si evince spirito missionario e tutela dei rappresentati.Se dovessi giudicare il comportamento dei due Sindaci sopra accennati, avrei da eccepire sul primo che fa perdere tempo a tutti coloro che ha ritenuto di coinvolgere con l’aggravante di mascherare la propria incapacità a decidere in ordine al tema dei Consorzi con un’improbabile forma di democrazia reale.Sono invece portato ad elogiare l’atteggiamento del secondo Sindaco che, rispettoso del tempo di tutti, contrario al confronto che genera confusione, non ha inteso disturbare nessuno, decidendo solo con la sua testa, da vero decisionista che tutto può, quale posizione assumere, e lo trovo ancora più apprezzabile per il fatto di essersi autonominato “capo” del Consorzio al quale deciderà di aderire.Oh, ma dormo o son desto? Son desto, il mio odierno sproloquio scaturisce dalla volontà di allenarmi a ragionare come certi politici, praticamente controsenso.

 

0

0

0

0

0

Spirito missionario
Titta ballarò
Giombattista ballarò
Ballarò
Commenti
Lo spirito missionario dei politici sui costituendi Liberi Consorzi
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Ho letto l'informativa sulla la tutela della privacy e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali inseriti.
News Precedente
Cresce nella società una diversa concezione per l'ultimo atto della vita
News Successiva
Massimo Bagnato: "La cosa più bella...un film su Claudio Villa!"