Warning: DOMDocument::loadHTML(): Tag o:p invalid in Entity, line: 1 in /web/htdocs/www.quotidianodiragusa.it/home/dettagli.php on line 212

Warning: DOMDocument::loadHTML(): Tag o:p invalid in Entity, line: 1 in /web/htdocs/www.quotidianodiragusa.it/home/dettagli.php on line 212

Warning: DOMDocument::loadHTML(): Tag o:p invalid in Entity, line: 1 in /web/htdocs/www.quotidianodiragusa.it/home/dettagli.php on line 212

Warning: DOMDocument::loadHTML(): Tag o:p invalid in Entity, line: 1 in /web/htdocs/www.quotidianodiragusa.it/home/dettagli.php on line 212

Warning: DOMDocument::loadHTML(): Tag o:p invalid in Entity, line: 1 in /web/htdocs/www.quotidianodiragusa.it/home/dettagli.php on line 212

Warning: DOMDocument::loadHTML(): Tag o:p invalid in Entity, line: 1 in /web/htdocs/www.quotidianodiragusa.it/home/dettagli.php on line 212
Oggi si è consumato l'ennesimo pasticcio all'italiana! - Quotidiano di Ragusa
Blog: la Penna di...

Oggi si è consumato l'ennesimo pasticcio all'italiana!

0

0

0

0

0

Oggi si è consumato l'ennesimo pasticcio all'italiana! Oggi si è consumato l'ennesimo pasticcio all'italiana!

Oggi, dopo un’ora e mezza di colloquio tra il Capo dello Stato e Matteo Renzi, è stato conferito all’ex Sindaco di Firenze (anche se ancora non ha formalizzato le dimissioni) l’incarico di formare il nuovo governo. Una procedura strana, ormai consolidata in Italia, quella di cambiare il capo del governo senza il ricorso alle urne, ma tant’è.

Il Renzi, che non si è sottratto alle solite logiche d’una politica per soli teatranti, ha accettato l’incarico con riserva, come se nutrisse qualche perplessità nell’assumere il ruolo per il quale in verità ha lavorato da oltre un anno, mietendo vittime a destra e a manca. Ma ormai, abituati come siamo al teatrino della politica, nulla c’impressiona; continua semmai a preoccuparci sempre più il fatto che l’Italia è diventata una Nazione ingovernabile e lo rimarrà fino a quando gli elettori del nostro Paese non si renderanno conto che ci potrà essere un’inversione di tendenza solo se si riusciranno a mettere da parte questi camaleonti della politica

Oggi, l’elettorato, tra ruffiani della politica, obbligati a ricambiare i favori ricevuti e persone che a torto credono ancora nelle ideologie dei partiti, è diviso in quote quasi uguali  tra centrodestra e centrosinistra, con la logica conseguenza che i governi che si succederanno, saranno sempre assai fragili e costretti ad accorpamenti spesso disomogenei che determineranno inconcludenza e promesse non mantenibili.

Il nuovo Presidente del Consiglio Renzi soffrirà anch’egli di questa realtà e le conclusioni non saranno diverse da quelle alle quali sono giunti i suoi predecessori.

Continueremo pertanto ad avere il debito pubblico più alto d’Europa dopo la Grecia; si continuerà a sperare in provvedimenti volti ad alleggerire la pressione fiscale che non arriveranno  per il solito gioco delle parti; la disoccupazione non decrescerà perché non saranno varati i giusti provvedimenti; le famiglie continueranno a tribolare, mentre gli unti dal Signore, quei privilegiati che siederanno nei Palazzi del potere, continueranno a godere di privilegi insopportabili per chi non riesce più a campare.

Prepariamoci dunque ad altri mesi di vana illusione, perché il fenomeno Renzi, tranne che non sia un inviato dal Padreterno, farà la stessa fine di chi lo ha preceduto ed otterrà gli stessi risultati visti fino ad oggi, ovvero nulla. E intanto, l’Italia affonda sempre più!

0

0

0

0

0

Giombattista
Titta
Ballarò
Matteo
Renzi
Articolo di

Commenti
Oggi si è consumato l'ennesimo pasticcio all'italiana!
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Ho letto l'informativa sulla la tutela della privacy e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali inseriti.
News Precedente
Il successo ottenuto in osservanza dei buoni principi ha valenza doppia
News Successiva
Festival di Sanremo, cachet milionari per una pessima qualità