Blog: la Penna di...

Renzi, l'uomo giusto per il futuro dell'italia o autentico bischero?

0

0

0

0

0

Renzi, l'uomo giusto per il futuro dell'italia o autentico bischero? Renzi, l'uomo giusto per il futuro dell'italia o autentico bischero?

Credo che in questi giorni siano molti gli italiani che si chiedono chi è realmente Matteo Renzi, non tanto per curiosità, quanto per provare a capire se questo personaggio è quello che viene fuori dalle sue parole o piuttosto un gran furbone che ha pianificato un progetto che si concretizza in questi giorni. Matteo Renzi, fin da adolescente, è stato sempre molto brillante, ambizioso, il tipico ragazzo che ha delle idee , dei progetti,  e che si muove per realizzarli. Laureatosi in giurisprudenza, non ancora trentenne si candida a Presidente della Provincia di Firenze e vince; nel 2008 rifiuta la proposta del centrosinistra di ricandidarsi e si mette in gioco per la poltrona del Sindaco di Firenze, divenendolo nel 2009 con lo slogan :o  cambio Firenze o cambio mestiere e torno a lavorare.

Nel 2012 si candida alle primarie del centrosinistra ed è l’ennesimo successo; insomma, sembrerebbe che il Renzi sa quello che vuole e si attrezza per ottenerlo. Assolutamente legittimo, anzi degno di lode , ma nella misura in cui i progetti si realizzano con correttezza e col rispetto degli altri e non alla maniera del suo illustre concittadino Machiavelli.

Da un anno e mezzo, Renzi ha conquistato il proscenio della politica nazionale; ha criticato aspramente oppositori, compagni di partito, parlamentari e governanti e con la sua parlantina ha convinto molti che fosse arrivato il momento di fare uscire l’Italia dalla palude, di avere il coraggio dei grandi passi per affrontare i gravi problemi del Paese, ha tacciato d’incapacità e d’immoralità alcuni suoi colleghi ed alla fine, l’enfant prodige deroga ad un fondamentale principio della Costituzione, ovvero si autoproclama primo Ministro, senza passare dall’elettorato.  Non viene da pensare, che questo giovane quarantenne sia più furbo che politicamente corretto?  La furbizia può anche rendere nell’immediato, ma alla lunga ottiene il giusto risultato. Perché tanta fretta? Perché ha deliberatamente violato il diritto di rappresentanza degli elettori? Ha spaccato il suo partito, rendendo potenzialmente vincente il centrodestra, ha fatto gioco sporco con Enrico Letta, al quale, piuttosto che indurlo alle dimissioni, se fosse stato corretto, avrebbe dovuto concedergli un altro po’ di tempo, scaduto il quale senza il varo delle riforme promesse, avrebbe avuto ragione di congedarlo. Nel modo portato avanti, c’è invece tanta scorrettezza che induce a tanta sfiducia nei suoi confronti, poiché se ha tradito i suoi compagni di partito, non avrà alcuna difficoltà a tradire gli italiani. Insomma, Matteo è l’uomo giusto per l’Italia o uno dei tanti furbetti che affollano i Palazzi? La primavera e ancor meglio l’estate, ce lo diranno!

0

0

0

0

0

Giombattista
Ballarò
Titta
Matteo
Renzi
Commenti
Renzi, l'uomo giusto per il futuro dell'italia o autentico bischero?
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Ho letto l'informativa sulla la tutela della privacy e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali inseriti.
News Precedente
La politica è sempre più uguale al calcio!
News Successiva
Il successo ottenuto in osservanza dei buoni principi ha valenza doppia