Appuntamenti

“Gioia e guarigione” per la XXII edizione della Giornata mondiale del Malato

0

0

0

0

0

“Gioia e guarigione” per la XXII edizione della Giornata mondiale del Malato “Gioia e guarigione” per la XXII edizione della Giornata mondiale del Malato

Tutto pronto per il primo appuntamento della XXII Giornata del malato che sarà celebrata anche a Ragusa con una serie di eventi aperti alla riflessione e all’impegno dei fedeli per sostenere e aiutare chi ha bisogno di cure. E’ il

Tutto pronto per il primo appuntamento della XXII Giornata del malato che sarà celebrata anche a Ragusa con una serie di eventi aperti alla riflessione e all’impegno dei fedeli per sostenere e aiutare chi ha bisogno di cure. E’ il caso del seminario, sul tema “Gioia e guarigione”, organizzato da “Ci Ridiamo Su” (associazione iblea di comicoterapia – federata “Ridere per Vivere” - che opera mediante la figura del clown dottore negli ospedali con i bambini, le persone anziani, i diversabili, nelle case di cura, in missioni umanitarie e in tutte le situazioni di disagio socio-sanitario), in programma venerdì 7 febbraio a partire dalle 17 nella sala Avis di via della Solidarietà a Ragusa. L’appuntamento, promosso in collaborazione con l’Ufficio diocesano per la Pastorale della salute, rappresenta un’occasione per conoscere più da vicino una disciplina che è in grado di mobilitare le risorse delle persone con disagio: si chiama gelotologia ed è la scienza del sorriso. Studia la relazione tra il fenomeno del ridere e la salute psicofisica della persona, e le applicazioni delle emozioni positive in funzione di terapia, prevenzione, riabilitazione, formazione. I relatori saranno il gelotologo, autore e attore Leonardo Spina e la psicoterapeuta Sonia Fioravanti: sono i pionieri della gelotologia in Italia, fondatori della Federazione internazionale “Ridere per Vivere” e dell’istituto di ricerca, documentazione e formazione su gelotologia e nuove scienze “Homo Ridens” (punti di riferimento nazionale sull’importanza del ridere e delle sue applicazioni teorico-pratiche). Saranno entrambi a guidare i partecipanti in un sorprendente percorso sulle tracce del significato che il fenomeno del ridere ha per l’umanità stessa dell’uomo e sull’importanza salutare del ridere, delle emozioni positive e della figura di chi quel riso incarna, cioè il clown, nelle società umane. “Si tratta di un argomento molto interessante – dice il direttore dell’Ufficio diocesano, don Giorgio Occhipinti – e invito tutti a seguire il seminario. L’umanità è assuefatta a confrontarsi con il dolore. Molti grandi profeti del passato, e ce ne ha parlato anche Gesù, ci hanno spiegato, invece, che il vero Dio creatore alberga anche dentro di noi e che la salute e non la malattia, la gioia di vivere e non la depressione sono la condizione naturale dell’Umanità. Questo ci rincuora, ci offre un modo anche per affrontare il dolore, ci  

0

0

0

0

0

Diocesi
Venerdì
Giornata
Malato
Don
Giorgio
Occhipinti
Commenti
“Gioia e guarigione” per la XXII edizione della Giornata mondiale del Malato
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Ho letto l'informativa sulla la tutela della privacy e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali inseriti.
News Precedente
Al teatro Don Bosco in scena “Le donne delle notti di luna”
News Successiva
Slow Sicilian Food, l'ortofrutta e il design siciliano a Berlino