Appuntamenti

Offrire ai malati concreti gesti di amore e di vicinanza

0

0

0

0

0

Offrire ai malati concreti gesti di amore e di vicinanza Offrire ai malati concreti gesti di amore e di vicinanza

“Offrire ai malati gesti concreti di amore, di vicinanza e di cristiana solidarietà per venire incontro al loro bisogno di comprensione, di conforto e di costante incoraggiamento”. È quanto viene realizzato, in diverse

“Offrire ai malati gesti concreti di amore, di vicinanza e di cristiana solidarietà per venire incontro al loro bisogno di comprensione, di conforto e di costante incoraggiamento”. È quanto viene realizzato, in diverse occasioni, dall’Ufficio diocesano per la Pastorale della salute che pone al centro del proprio impegno la cura e l’accoglienza premurosa dei malati e dei loro familiari, in consonanza con quanto insegna la Chiesa, la quale, attraverso i secoli, si è mostrata sempre come madre amorevole di coloro che soffrono nel corpo e nello spirito. Ed è quanto è stato fatto anche in occasione dei giorni dell’Immacolata all’ospedale Civile di Ragusa dove il direttore dell’Ufficio, don Giorgio Occhipinti, ha animato una processione con la statua della Madonna, in collaborazione con i volontari dell’Avo e della comunità “Eccomi manda Me”, per portare sostegno e conforto ai malati nei vari reparti. Una cerimonia molto emozionante sia per quanti l’hanno vissuta che per tutti coloro che, essendo degenti, non hanno avuto l’opportunità di muoversi e si sono visti arrivare nelle proprie stanze, all’interno del nosocomio, la solidarietà concreta da parte di chi ha voluto percorrere questo cammino. “Nel tempo di Avvento che ci prepara al Santo Natale – aggiunge don Occhipinti – desidero incoraggiare quanti, facendosi icone concrete del buon samaritano, che "prova compassione e si prende cura del prossimo" (come dice il Vangelo di Luca), offrono quotidianamente ai malati, agli anziani ed ai loro familiari un’assistenza adeguata e attenta alle esigenze di ciascuno”. Tra l’altro, queste iniziative sono state la naturale prosecuzione della visita alle case di riposo presenti nella diocesi che don Occhipinti e i volontari stanno conducendo. Il prossimo appuntamento è in programma mercoledì 11 dicembre e riguarderà il vicariato di Chiaramonte Gulfi. Alle 15,30 è in programma la visita al “Madre Teresa di Calcutta” a Giarratana mentre alle 16,30 il gruppo dei volontari si sposterà al “Santa Teresa” di Chiaramonte Gulfi. 

0

0

0

0

0

Ragusa
Visita
Malati
Commenti
Offrire ai malati concreti gesti di amore e di vicinanza
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Ho letto l'informativa sulla la tutela della privacy e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali inseriti.
News Precedente
Una moltitudine di fedeli alla processione dell'Immacolata a Ibla
News Successiva
Il "Recital" di Gianfranco Jannuzzo apre la stagione teatrale del Garibaldi