Ragusa, presentazione del volume di Andrea Guastella "Un altro viaggio"

un altro viaggio piccolaRagusa - Venerdì 4 ottobre alle ore 18.30 presso la Sala Conferenze del Museo della Cattedrale di Palazzo Garofalo a Ragusa (Corso Italia, n. 87) il critico Giorgio Guastella introdurrà la raccolta di scritti sull’arte di Andrea Guastella Un altro viaggio (Ismeca Edizioni, Bologna, 2013). Dalla premessa dell’autore: «Viaggio a Sud Est, il parente più stretto di questo libretto, si presentava come una racconta di articoli, interviste e recensioni realizzati “viaggiando” nel Sud Est della Sicilia; Un altro viaggio si limita a riprenderne le fila. Se poi si vuole, a tutti i costi, marcare un confine, posso dire che, in questo secondo tomo, prevalgono interventi più diretti, meno studiati, legati alla dimensione del narrare. Molte pagine sono infatti la trascrizione fedele delle presentazioni di artisti approntate per Ibla Classica 2012, una manifestazione musicale che ha previsto, per ogni appuntamento, il commento a un’opera pittorica in mostra e, assai spesso, dialoghi miei con l’autore. Solo questi ultimi non sono stati trascritti. In compenso, la prima parte del volume ospita alcuni saggi critici (e polemici) di carattere generale che conferiscono all’insieme un timbro auspicabilmente più uniforme, meno piegato alla contingenza del singolo ritratto. Del resto, sebbene collocati in un contesto territoriale liminare, gli artisti che ho incontrato non rispondono affatto al cliché degli isolati; costituiscono, coi critici, il pubblico e gli altri operatori del settore, una comunità aperta che, come ha di recente scritto Sarah Thornton, sembra anticipi “aggregazioni sociali a venire”. Anche se molti, me compreso, si fanno un punto d’onore a contrastarne alcuni eccessi – lo testimoniano le pagine dedicate alle Arti oscure o a certe nuove istituzioni museali – credo di poter sottoscrivere anch’io il commento di Charles Guarino, editore di “Artforum”: “È l’ambiente in cui ho incontrato il maggior numero di persone a me congeniali – sufficientemente eccentriche, anarchiche e colte da rendermi felice”». Tra gli artisti incontrati ricordiamo Alberto Abate, Sonia Alvarez, Rosario Antoci, Francesco Baglieri, Francesco Balsamo, Arturo Barbante, Ilde Barone, Salvo Barone, Sandro Bracchitta, Antonio Bruno, Luigi Campo, Carmelo Candiano, Emanuele Cappello, Franco Caruso, Salvo Caruso, Daniele Cascone, Salvatore Cascone, Giuseppe Cassibba, Salvo Catania, Salvatore Chessari, Ezio Cicciarella, Franco Cilia, Girolamo Ciulla, Giuseppe Colombo, Giuseppe Criscione, Andrea Di Marco, Arturo Di Modica, Fulvio Di Piazza, Giuseppe Diara, Angelo Diquattro, Alessandro Finocchiario, Emanuele Floridia, Franco Fratantonio, Salvatore Fratantonio, Gaetano Giuffrè, Emanuele Giuffrida, Angelo Guastella, Piero Guccione, Carlo e Fabio Ingrassia, Cristina Iotti, Giovanni Iudice, Giovanni La Cognata, Filippo La Vaccara, Giuseppe Leone, Giovanni Lissandrello, Michele Nigro, Nisveta, Vincenzo Nucci, Emanuele Pace, Salvatore Paolino, Alida Pardo, Ettore Pinelli, Franco Polizzi, Giuseppe Puglisi, Lanfranco e Vanni Quadrio, Luigi Rabbito, Franco Rinzivillo, Giovanni Robustelli, Franco Sarnari, Roberta Serenari, Franco Valenti, Giampaolo Viola, William Mark Zanghi, Piero Zuccaro. Molte pagine sono infine dedicate a vicende scottanti come la John Lennon Valley, il Museo del Tempo Contadino di Ragusa o, in generale, la moltiplicazione di musei nel capoluogo ibleo. Sarà presente l’autore.

 
Commenta la News