Fino al 4 ottobre prosegue la personale di Pino Larosa a Ragusa

???????????????????????????????Ragusa - I colori della terra iblea. Catturati su tela con una personalissima interpretazione. Tanto da immortalare con una suggestione fuori dal comune, che esalta e celebra, al contempo, la mediterraneità di certi luoghi iblei, così da renderli sospesi in una dimensione fuori dal tempo. Sono questi alcuni dei segreti del successo della mostra “Intimi colori”, la personale di Pino Larosa che, curata da Amedeo Fusco, rimarrà in esposizione al centro commerciale “Le Masserie” di via Achille Grandi a Ragusa sino al 4 ottobre. L’emozione dei visitatori è totale. Trovarsi dinanzi a un quadro di Pino Larosa è una esperienza unica. Un viaggio nelle atmosfere che solo la terra iblea è capace di regalare. Quelle atmosfere che Larosa cattura attraverso le sue pennellate, rendendole uniche. “Le pennellate – scrive Federica Baglieri – fanno venire alla luce tutta la passione dell’artista verso la natura, sono squarci di gioia impressi nella tela e contornati da sofferenza: difficile non commuoversi di fronte a ciò che esse raccontano. C’è il rudere di campagna che riporta a memorie dell’infanzia, a sensazioni ancestrali; c’è il cielo di uno splendido azzurro-blu che fa perdere lo sguardo in profondità; ci sono campi colorati in cui ritornare bambini ed assaporare il profumo dei fiori; c’è quel verde-foresta che rinfresca il paesaggio. Larosa, vero e proprio poeta dei colori e delle forme, merita di essere posto al centro della scena artistica ragusana e non solo, per la sua incredibile e commovente capacità espressiva, per la sua maestria pittorica, per la sua genuinità”. La mostra può continuare ad essere visitata durante gli orari di apertura del centro commerciale (dal lunedì al sabato dalle 9 alle 21, la domenica dalle 10 alle 21). Pino Larosa ha dedicato tutta la sua vita a questa straordinaria passione: fin da giovanissimo compiva dei veri e propri “pellegrinaggi artistici”, soprattutto in Francia, per conoscere e studiare l’arte dei più grandi pittori del secolo scorso. I colori dei suoi quadri sono molto espressivi: i viola squarciano l’anima, le tinte rosso-arancio la riscaldano e i colori freddi la mantengono in un’eterea e sempre passionale razionalità, che a volte sfocia inesorabilmente nell’astrattismo. Un nuovo grande artista ibleo è venuto allo scoperto.

 
Commenta la News