Al teatro Xenia del Marsa Siclà in scena “I monologhi della vagina”

monologhi vaginaScicli – Dopo lo straordinario successo riscosso l’inverno scorso per il debutto e la replica, con un doppio sold-out a Modica, tornano in scena venerdì 6 settembre “I monologhi della vagina”. Sarà infatti l’opera tratta dal famoso libro della sceneggiatrice e drammaturga statunitense Eve Ensler a chiudere la 3° stagione teatrale estiva “La giara e il gelsomino”, curata dall’Associazione Culturale Vento al Teatro Xenia del Marsa Siclà Residence a Sampieri (Scicli), con l’organizzazione e la direzione artistica Carlo Cartier. Ed è proprio l’artista modicano a firmare la regia della rappresentazione che torna a grande richiesta grazie alla sua carica emozionale dirompente. “Per la prima volta, con orgoglio e senza eufemismi, è la vagina che prende la parola – spiega Cartier in presentazione - E la sua può essere una storia seria, divertita, choccante, fantasiosa o drammatica: dalla donna bosniaca stuprata all'anziana signora che, a settant'anni suonati, scopre l'orgasmo multiplo in una vasca da bagno, passando per ragazze curiose, bambine violate, professioniste del piacere femminile e severe manager in tailleur”. La rappresentazione è stata prodotta lo scorso anno dall’Avis di Modica per inaugurare la campagna di sensibilizzazione “A partire dalle donne” e divulgare l’importanza della donazione del plasma. Un cast tutto al femminile, temperamenti e caratteri molto diversi tra loro, storie differenti unite dalla straordinaria forza corale del susseguirsi dei monologhi tutti attinenti alla femminilità, la nascita ed il parto, la vita sessuale, l’aborto, la contraccezione, e purtroppo assai spesso la violenza. Sul palco del Teatro Xenia venerdì 6 settembre quindici donne, che per “I monologhi della vagina” interpreteranno quindi tutte le donne del mondo. Lo spettacolo vede in scena Antonella Di Rosolini, Carmela Giannì, Carmen Attardi, Cecilia Pitino, Cettina Rizza, Elisa Giglio, Itria Schembari, Loredana Roccasalva, Marcella Burderi, Maria Paola Vagelli, Marisa Bellaera, Ornella Fratantonio, Paola Careno, Sonia Ciaceri, Teresa Floridia, accompagnate dalle musiche di Gianluca Abbate eseguite dal vivo. “La Ensler, poetessa, sceneggiatrice, drammaturga e molto altro ancora, ha fatto conoscere questo famosissimo libro, scritto nel 1996, portandolo in scena nei teatri di tutto il mondo e facendolo tradurre in trentacinque lingue – conclude Carlo Cartier -. Si tratta di uno spettacolo teatrale, ispirato a dialoghi ed interviste che la Ensler ha condotto con donne di ogni età, credo religioso, estrazione sociale, grado d’istruzione ed inclinazione sessuale. Il suo spettacolo, sotto forma di monologhi, spesso affidati all’interpretazione di celebri attrici, è divenuto in questo modo un coro di voci, a tratti trasgressivo, altri ironico, altri ancora drammatico e crudele. A parlare però, è sempre la vagina, che dà voce ai bisogni delle donne, e consente di sdoganare al tempo stesso l’uso di un vocabolo ancora per molti innominabile perché imbarazzante”. Una conclusione in grande stile dunque per la stagione teatrale, che a fine serata vedrà tutti riuniti per i saluti finali nello spazio dedicato alla convivialità con la degustazione curata dai partner pastificio Rendo, La Legumeria Modica, cantina Feudo Ramaddini e Antica Dolceria Bonajuto. Sponsor della stagione teatrale sono la Regione Sicilia, la Banca Agricola Popolare di Ragusa, PIEFcontract, Gruppo Scar, Inventa Design, Marsa Siclà Residence. Info e prenotazioni ai numeri 340/4693755 e 348/8811425. Costo d’ingresso 10 euro, poltronissime solo su prenotazione 15 euro.