“Il buco” con Nadia Perciabosco al teatro Xenia del Marsa Siclà

il bucoScicli – Un “debutto” per il Teatro Xenia, venerdì sera 30 agosto, ore 21,45, con l’arrivo, per la prima volta al Marsa Siclà Residence a Sampieri (Rg) della brava Nadia Perciabosco che porterà in scena “Il Buco”, un tragicomico monologo su tutto ciò che c’è intorno, appunto, al buco. C’è chi nasce bomba e chi nasce ciambella e, per motivi assolutamente personali, passa la vita a nascondere, tentar di riempire, mediare, ostentare il proprio buco di formazione. Questo monologo tragicomico, che utilizza diversi registri di umorismo, da quello psicoanalitico di matrice anglosassone al ritmo concitato del cabaret, mostra in scena una donna sola, autoironicamente introspettiva, irrimediabilmente (o quasi) avvoltolata su se stessa e sui propri fantasmi, ma non del tutto chiusa al cortocircuito che spezza il cerchio della solitudine, in un inarrestabile flusso di parole, impressionantemente simile a quello di tutte noi, almeno in alcuni snodi cruciali dell’esistenza. Scritto da Roberta Calandra, con la regia di Laura De Marchi, la divertente rappresentazione metterà in luce le ottime doti interpretative della Perciabosco che non manca di divertire il pubblico nel migliore dei modi. Nelle note di regia la Calandra non manca di sottolineare l’aspetto metafisico della rappresentazione stessa: “Il Buco… la prima cosa che si mangia sono gli altri … poi quando stai da sola… tutto quello che trova… il Buco è fatto così! Il Buco narra la “mancanza”, il “disagio”, “il buco” appunto… per qualcosa che non c’è e si trasforma in sintomo “qualcosa da riempire” ma con cosa? Cibo? Sonno? Sigarette? Sesso? Droga? Amore? Finché uno non ha riempito il suo buco da solo nessun altro può farlo quindi anche l’amore no.. forse… allora la protagonista intraprende un cammino di continue “cadute” e “risalite” perché il buco “ti sbatte a terra” dopo che hai creduto di sconfiggerlo. Quando meno te l’aspetti si ripresenta! Nella messinscena l’attrice fa una sorta di “outing” un monologo/confessione nel raccontare il suo rapporto con il “buco”: un rapporto ambiguo perché il “buco” è un nemico da sconfiggere ma nello stesso tempo è “il motivo per il quale sono viva….”. Nadia Perciabosco, l’interprete, viaggia così, tra un rapporto diretto con il pubblico nel quale “racconta” senza mezzi termini il suo rapporto con il buco ad una narrazione nella quale l’attrice rivive in una sorta di “flashback cinematografico” comico ed a tratti esilerante, le fasi nelle quali ha tentato di combattere il buco!”. Anche per l’appuntamento di venerdì della stagione teatrale “La giara e il gelsomino”, diretta da Carlo Cartier, torna il gusto momento finale con la degustazione di prodotti tipici per tutti gli spettatori presenti grazie alla sponsorizzazione del pastificio Rendo, de La Legumeria Modica, della cantina Feudo Ramaddini e dell'Antica Dolceria Bonajuto. Sono inoltre sponsor della stagione teatrale curata dall'associazione Vento, la Regione Sicilia, la Banca Agricola Popolare di Ragusa, PIEFcontract, Gruppo Scar, Inventa Design, Marsa Siclà Residence. Info e prenotazioni ai numeri 340/4693755 e 348/8811425. Costo d’ingresso 10 euro, 15 euro, ma solo su prenotazione per le poltronissime.