Blog: la Penna di...

Anche chi si autodipinge come il nuovo della politica in realtà è una mietitrebbia

0

0

0

0

0

Anche chi si autodipinge come il nuovo della politica in realtà è una mietitrebbia Anche chi si autodipinge come il nuovo della politica in realtà è una mietitrebbia

Da quando la politica ha iniziato il proprio inarrestabile processo di degenerazione per volontà ed interesse dei suoi addetti, ho più volte paragonato la maggior parte dei politici a delle mietitrebbie. Per quei pochi che non lo sapessero, questa è una macchina agricola che realizza il ciclo completo di raccolta dei cereali, comprendente il taglio degli steli, la trebbiatura ovvero la separazione delle cariossidi dalle restanti parti, l’insaccatura dei semi trebbiati e l’eventuale pressatura ed imballatura della paglia. Ho sempre sperato di dover rivedere questo paragone e negli ultimi tempi, complice l’elevato tasso d’indignazione dei cittadini verso i politici, il conseguente astensionismo al voto, il cavalcare da parte di sedicenti innovatori della politica nuovi slogan con inequivocabile riferimento a proprie discese in campo con spirito nuovo e missionario, avevano per qualche istante, anche in me fatto intravedere la possibilità che la politica la si volesse cambiare davvero. A Modica, le recenti Amministrative hanno incoronato Sindaco Ignazio Abbate, appartenente all’udc  e con due liste civiche ha strapazzato al ballottaggio il  secondo arrivato, l’avvocato Giurdanella espressione del pd. Il responso delle urne va rispettato alla stregua delle sentenze dei tribunali, tuttavia mi sarebbe piaciuto continuare a pensare che Abbate fosse davvero l’uomo nuovo che guardava alla politica non con gli occhi d’una mietitrebbia ma di colui che avrebbe nei fatti voluto traghettare la politica locale dalla melma alla quale era stata relegata a siti più consoni a questa nobile arte d’un tempo. La nomina del dott. Roberto Garaffa a nuovo Presidente del Consiglio comunale di Modica, sembra smorzare le speranze di tanti ottimisti come me. Il Sindaco Abbate sa d’aver riscosso un notevole successo ed agisce con le logiche dei suoi predecessori ch’egli per primo ha tanto criticato. Chi vince può tutto, sistemare i propri seguaci e lasciare tutta la concorrenza al palo. E i propositi di politica innovatrice e trasparente? Quella può attendere, sarà lo slogan di chi si proporrà alle nuove Amministrative e come sempre tanti stupidotti ci cascheremo ancora. Giombattista Ballarò

0

0

0

0

0

Anche
Autodipinge
Come
Nuovo
Politica
Realtà
Mietitrebbia
Articolo diRedazione

Quotidiano di Ragusa

Commenti
Anche chi si autodipinge come il nuovo della politica in realtà è una mietitrebbia
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Ho letto l'informativa sulla la tutela della privacy e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali inseriti.
News Precedente
Nulla è dovuto ad alcuno se non meritato!
News Successiva
Il senso di quella democrazia della quale i comuni mortali cercano la reale esistenza