Salute

Scoperti oltre 120 geni che danno vita al colore dei capelli

Lo studio su Nature Genetics

Il colore dei capelli, nero, castano, rosso o biondo, deriva da oltre 120 geni, denominati "geni ‘parrucchieri" . Lo rivela uno studio condotto in collaborazione dal King’s College londinese e dal Centro medico universitario Erasmus di Rotterdam, oltre che dall’Università di Trieste, il Garofolo e il San Raffaele di Milano.

La ricerca è stata pubblicata sulla rivista Nature Genetics. Secondo i ricercatori a dar vita al colore dei capelli sono ben 124 geni 'parrucchieri', di cui oltre 100 avevano operato finora in 'incognito' senza che nessuno sapesse del loro ruolo. Per scoprirli c'è voluta una 'task force' internazionale che ha analizzato il Dna di oltre 300 mila persone di origine europea, incluse migliaia di italiani. I risultati, importanti per salvare la pelle dai tumori ma anche per dare la caccia ai criminali. Uno dei ricercatori, il genetista Gasparini, spiega come lo studio sia uno dei più grandi mai effettuati sulla genetica del colore dei capelli. Il contributo italiano ha fornito dati genetici di 4mila campioni molto particolari.

Il campione di italiani infatti è annoverato nel "Network Isolati Genetici", ovvero un particolare ramo di popolazione omogenea dal punto di vista genetico a causa dell’isolamento geografico con scarsità di immigrazione, come ad esempio alcune comunità del Friuli, della val Borbera, a metà strada tra Piemonte e Liguria, e del comune pugliese Carlantino. Per ciascun individuo, l'analisi del Dna è stata associata al colore dei capelli, valutato secondo una scala scientifica: tutte le informazioni così ricavate sono state poi unite ai dati raccolti da altri grandi database genetici, come quelli della Biobanca britannica e della società biotech californiana 23andMe.