Lavori

Ristrutturazione bagno: sostituire la vasca con la doccia

E' più confortevole

Il bagno è una delle stanze più importanti della casa, tanto che negli ultimi anni sempre più professionisti si sono impegnati per rendere tale ambiente sempre più confortevole e alla moda. Quando arriva il momento di ristrutturare il bagno c’è da prendere in considerazione diversi punti, come i materiali da utilizzare e l’ottimizzazione dello spazio a disposizione. In questo contesto sempre più famiglie stanno optando per sostituire la vasca con la multifunzionale e moderna doccia. In tanti hanno deciso di sostituirla con una cabina doccia easy. Sono davvero tanti i motivi di natura economica e non che portano la maggior parte dei consumatori finali a preferirla.

La maggior parte dei nuclei familiari italiani sfruttano le numerose detrazioni fiscali che il Governo, con l’approvazione della Legge di Stabilità 2018, ha reso definitivamente operative per procedere alla ristrutturazione del proprio immobile. Il bagno, con l’umidità, l’utilizzo quotidiano e l’acqua che scorre dai tubi è quello maggiormente soggetto ad usura ed a malfunzionamenti: per questo è importante attivarsi fin da subito per procedere con la sostituzione della vecchia vasca che mostra la comparsa di muffa e di colonie di batteri. Oltre alle detrazioni fiscali, vi è il pericolo che la vasca può comportare lo scivolamento e l’infortunio domestico, la difficoltà da parte degli anziani di scavalcare il bordo, l’anti economicità derivante dallo spreco di acqua calda che occorre per riempire la vasca ed il minore tempo a disposizione per rimanere in ammollo all’interno della vasca riempita con sali e olii profumati.

Sostituendo la vasca con la doccia c’è un netto risparmio in termini di costi dato che la sostituzione della vasca con una doccia standard comporta un esborso di circa 1200 euro, mentre se si opta per una doccia super accessoriata ed estremamente multifunzionale prevede il sostenimento di un onere economico di circa 1500 euro. La detrazione fiscale prevista per chi sostituisce la vasca con la doccia dal primo gennaio 2018 ammonta al 50%, secondo quanto stabilito dall’art. 16-bis del Testo Unico delle Imposte sui Redditi (D.P.R. n. 917/1986).

La sostituzione della vasca con la doccia comporta minori sprechi di acqua e minori costi e tagli in bolletta servizi idrici. Inoltre, pulire una doccia comporta meno fatica e minori sprechi di detersivi, oltre ad un risparmio in termini di tempo. Tra gli altri vantaggi, oltre ai risparmi economici, sostituire la vasca con la doccia consente ad ogni famiglia italiana di muoversi con più libertà all’interno del bagno. Occorre salvare spazio e rendere il bagno maggiormente funzionale con la possibilità di collocare un elettrodomestico. Per questi, e per tanti altri motivi, come la praticità e la possibilità di lavarsi in brevissimo tempo, sempre più persone decidono di sostituire la vasca con la doccia, risparmiando non pochi soldi e tempo. Le docce di ultima generazione sono poi pensate e realizzate per accontentare le esigenze di tutto il nucleo familiare.