Comune

Furti in diverse attività commerciali: allarme a Pozzallo

La nota del sindaco Ammatuna

Due episodi delinquenziali, il furto in un edicola di corso Vittorio Veneto e in una agenzia di viaggi di piazza Madonnina, avvenuti la scorsa notte, non possono non creare sconcerto in una città notoriamente tranquilla.

A Tali episodi ne sono seguiti altri verificatesi nei giorni scorsi sempre a danno di attività commerciali in pieno centro cittadino. Bisogna aggiungere anche l’irresponsabile atteggiamento di qualcuno che cerca di ottenere con la violenza presunti diritti che a suo dire gli sono stati negati. Da aggiungere anche il trasferimento di un centinaio di immigrati tunisini da Lampedusa all’Hotspot di Pozzallo. Tali immigrati notoriamente sono dei soggetti che debbono essere controllati con molta attenzione così come stanno facendo le forze dell’ordine in servizio presso la struttura di accoglienza, e per i quali si vogliono ancora una volta ringraziare per il prezioso lavoro che svolgono a tutela dell’ordine e della legalità.

Occorre potenziare, inoltre, il numero degli agenti della polizia locale. Purtroppo per quanto riguarda quest’ultimo aspetto gli ostacoli sono sempre maggiori e non tutte le istituzioni aiutano il Comune a raggiungere l’obiettivo che è finalizzato ad assicurare maggiori controlli e legalità in città. Non si può assicurare il rispetto delle regole con un numero insufficiente di vigili urbani. Il Sindaco Roberto Ammatuna ha interloquito, stamane, con il prefetto Filomena Cocuzza, che ha dato sempre sostegno e dimostrato vicinanza alla Città di Pozzallo.

Quest’ultima, in un lungo colloquio telefonico, ha rassicurato il Sindaco e lo ha invitato ad intervenire, al già programmato comitato, sulla sicurezza e l’ordine pubblico previsto per venerdì p.v. in cui erano già prevista la trattazione degli episodi criminosi verificatesi in tutta la provincia.