Carabinieri

Era stato espulso: sorpreso a Modica con attrezzi da scasso nel furgone

Segnalato tra Serrameta e Trebalate

I carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Modica hanno tratto in arresto in flagranza di reato Shehu Ardit, 25 anni, bracciante albanese, per reingresso abusivo nel territorio dello stato e detenzione di oggetti atti allo scasso.

L’attività dei militari dell’Arma intensificata nelle contrade ove i cittadini segnalavano una recrudescenza del fenomeno dei delitti contro il patrimonio, si è concentrata sul controllo di un furgone Fiat Doblò bianco segnalato come dedito a furti nelle contrade Trebalate e Serrameta. I militari hanno bloccato il veicolo, e sottoposto il soggetto al controllo, dopo averlo perquisito e trovato in possesso di cacciaviti e piede di porco, lo hanno compitamente identificato, acclarando la sua precedente espulsione dal territorio dello stato italiano.

I Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile lo hanno condotto in caserma e tratto in arresto per essere rientrato in patria a seguito di espulsione. Il soggetto è stato accompagnato presso il proprio domicilio per essere sottoposto al successivo giudizio, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria di Ragusa.