Musica

Festival della Musica liturgica a Vittoria

Sabato 14 aprile

Otto cori in gara, ospiti e giuria d’eccezione, sabato 14 aprile, alle ore 20,30, nella magnifica cornice della Basilica San Giovanni Battista a Vittoria, per la serata conclusiva del Festival Musica Liturgica – Memorial “Pippo Rizza”.

L’evento, il primo nel suo genere in provincia di Ragusa, vedrà in gara 8 cori della Diocesi di Ragusa che svolgono abitualmente servizio di animazione liturgica che si eseguiranno due brani ciascuno, un brano scelto liberamente dal coro ed un brano assegnato dalla giuria che il coro rappresenterà con tecnica ed arrangiamento proprio. Gli 8 cori partecipanti sono: Coro Polifonico della parrocchia Resurrezione di Vittoria, diretto dalla M° Alessandra Picceri; il Coro Maria SS. Annunziata di Comiso, diretto dal M° Giovanni Strada; il Coro di Voci Bianche Maria SS. Nunziata di Ragusa, diretto da Santina Rivela; il Coro Parrocchiale Madonna Assunta di Vittoria, diretto da Lucia Cosimo; la Schola Cantorum San Giovanni Battista di S. Croce Camerina, diretta da Giuseppina Zisa; il Coro Madonna delle Lacrime di Vittoria, diretto da Anna Maria Busacca; il coro Graziosus di S. Maria delle Stelle in Comiso, diretto da Flavia Buscemi ed il coro Laudatis della parrocchia Resurrezione in Vittoria, diretto da Angelo Musumarra.

A valutare le loro esecuzioni sarà una Commissione Artistica composta da docenti di discipline musicali: Maestra Michela Bonavita, che la presiede, docente di violino presso la Scuola Media Indirizzo Musicale, a Vittoria; Maestro Francesco Drago, docente di pianoforte, Scuola Media Indirizzo Musicale, a Siracusa; Maestro Gianluca Abbate, docente di pianoforte, Liceo Musicale di Modica; Maestra Stefania Pistone, docente di canto lirico, Liceo Musicale di Catania; Maestra Gianna Rizza, docente di Teoria Analisi e Composizione, Liceo Musicale di Modica e da Don Gino Alessi, Direttore dell’Ufficio Liturgico della Diocesi di Ragusa sotto il cui patrocinio si svolge la manifestazione.

L’iniziativa unisce l’aspetto musicale e gioioso della festa a quello del ricordo affettuoso di Pippo Rizza infaticabile animatore musicale ed educatore giovanile, prematuramente scomparso nel 2016, cui il Festival è intitolato. Proprio nella figura di questo esemplare laico cristiano e cittadino di elevato spessore morale e spirituale, formatosi alla scuola dell’Azione Cattolica, confluiscono il senso e i motivi della manifestazione: Rizza utilizzava la musica e il canto come metodo educativo e strumento di evangelizzazione e, sottolineandone il ruolo centrale nelle celebrazioni liturgiche, li trasformava in elementi di stupore, di lode e di contemplazione, facendo propria l’affermazione di Sant’Agostino che “chi canta prega due volte”.

Un tributo al canto ed alla musica e un tributo a coloro che li eseguono instancabilmente racchiusi in un evento che promette oltre due ore di spettacolo e musica, destinate a rimanere impresse nella mente e nei cuori di quanti vi prenderanno parte.