Calcio

Calcio, Modica ed Enna al Barone: finisce in parità

Davanti a un pubblico delle grandi occasioni

Finisce in parità l'atteso match tra il Modica di Franco Rappocciolo e l'Enna di Max Ricerca, giocato al “Vincenzo Barone” davanti al pubblico delle grandi occasioni che ha dato spettacolo sulle tribune con un tifo incessante.

Un pareggio che se al Modica serve a nulla consente agli ospiti di conquistare con 180' d'anticipo la permanenza nel campionato di Promozione. La gara è stata molto combattuta con gli ospiti che sono entrati in campo decisi a conquistare quel punto “pesante” che serviva per mettersi al riparo da spiacevoli sorprese. Il Modica non è da meno e la partita è subito molto combattuta. Dopo una fase di studio l'Enna rompe gli indugi e al 11' va vicinissimo al vantaggio. Vicari avanza per vie centrali e giunto al limite scodella un pallone per Mannino che al limite del fuorigioco si presenta davanti a Falco bravo a parare in due tempi il suo tiro a botta sicura.

Risponde il Modica al 35' con Livia che riprende una corta respinta della difesa ennese e dal limite si coordina per il tiro al volo che a portiere battuto si stampa sulla traversa. Nel 2' di recupero i “Tigrotti” passano in vantaggio. Livia entra in area e al momento del tiro è strattonato e messo a terra da Falcone. L'arbitro e ben piazzato e senza indugi indica il dischetto del rigore e ammonisce il difensore ospite. Dagli undici metri Livia trasforma con freddezza e manda al riposo la sua squadra in vantaggio. Nella ripresa l'Enna prova a spingere maggiormente, ma al 20' resta in dieci per l'espulsione di Buscemi che dice qualcosa di troppo al direttore di gara che lo ammonisce per la seconda volta e lo manda anticipatamente sotto la doccia. La formazione di Ricerca non si abbatte e 5' dopo perviene al pareggio.

Mirisola vede l'inserimento di Liuzzo che s'invola sulla destra e dal limite crossa basso per Vicari che si libera della marcatura e in scivolata batte Falco. Modica che reagisce immediatamente e tenta di sfruttare la superiorità numerica. I rossoblù ci riescono al 35' quando Occhipinti conquista palla sull'out di destra e pennella un cross al bacio per Livia che da pochi passi trafigge per la seconda volta Patrinicola. Il “bomber” rossoblù va a far festa sotto i suoi tifosi e il direttore di gara lo ammonisce per la seconda volta e lo espelle.

L'Enna con l'acqua alla gola prova a reagire e al 40' Parisi entrato in campo da 1' sfrutta l'indecisione di Falco che tarda a uscire s''infila tra il portiere modicano e Buscema e con un tocco fortunoso insacca facendo esplodere di gioia il settore dei tifosi ospiti. Il Modica attacca a testa bassa per cercare il successo e stringe d'assedio l'area di rigore ospite, al 43' sugli sviluppi di una mischia a pochi passi dalla porta la sfera arriva sui piedi di Marco Adamo che perde l'attimo propizio e un difensore riesce ad allontanare. Dopo 4' di recupero l'arbitro decreta la fine del match con i giocatori dell'Enna stremati che vanno a far festa con i loro tifosi per la conquista della salvezza con due giornate di anticipo.