Pasta

Oggi si celebra la Carbonara Day: la pasta cacio e ova

Promosso da Aidepi e Ipo

Oggi, venerdì 6 aprile, in tutto il mondo si celebra il Carbonara Day, l’evento promosso dalle associazioni Aidepi (Industrie del Dolce e della Pasta Italiane) e Ipo (International Pasta Organisation).

La prima edizione del carbonaraday, nel 2017, secondo Aidepi e Ipo ha coinvolto 83 milioni di "pasta lovers", e in 29 mila si sono scambiati sui social opinioni e ricette su quello che è ormai considerato un piatto internazionale. "Ognuno ha i suoi segreti e la carbonara perfetta è una sfida che appassiona tutti gli chef - ha detto il presidente dei Pastai di Aidepi, Riccardo Felicetti -. Abbiamo voluto festeggiare questo piatto per andare oltre la ricetta ideale. Esistono ottime carbonare che includono ingredienti 'sbagliati'. Sono la prova di quanto la carbonara sia conosciuta nel mondo".

Per questo per il 6 aprile è stato promosso l'hastag #carbonaraday, evento virtuale che vede coinvolti blogger, giornalisti, food influencer e chef. Insieme a CookConcern, lo chef Umberto Gorizia, reinterpreterà con maestria ed originalità questo piatto iconico e versatile che tutti conoscono ma di cui è incerta l’origine. Si narra infatti che la Carbonara sia l’evoluzione di un piatto di antiche origini laziali chiamato “cacio e ova” (formaggio e uova) di cui si cibavano i carbonari quando andavano nei boschi a fare il carbone. Anche Barilla, la marca di pasta piu’ amata dagli italiani e nel mondo, contribuirà attivamente al successo dell’iniziativa attivando numerosi influencers, i suoi piu’ notori testimonial e diffondendo sui suoi social networks delle interpretazioni locali o contemporanee oltre alla tradizionale ricetta italiana.

E proprio due anni fa, lo chef Umberto Gorizia e’ stato finalista al Barilla Pasta World Championship, il campionato internazionale della Pasta lanciato dall’azienda leader. Il #CarbonaraDay e’ quindi un evento virtuale, e non solo, che coinvolgerà anche tutti gli appassionati di cucina italiana, suscitando cosi l’attenzione verso la pasta.