Ambiente

Piattaforma rifiuti contrada Cuturi a Scicli: Musumeci chiede 15 giorni

Il presidente della Regione scioglierà la riserva tra due settimane

Si è tornati a parlare della piattaforma di trattamento dei rifiuti di contrada Cuturi di Scicli ieri a Palermo, alla presenza del presidente della Regione Musumeci.

L'incontro era stato richiesto dall'on. Nello Dipasquale per bloccare le autorizzazioni sull’ampliamento della piattaforma di trattamento e recupero di rifiuti pericolosi. All'incontro era presente anche l'on. Stefania Campo, alcuni rappresentanti del Comitato cittadino contro la discarica, l'ass. Carpino e l'ass. Pitrolo per l'Amministrazione di Scicli nonché Alessia Gambuzza, presidente di Legambiente di Scicli, e Gianfranco Zanna, presidente Legambiente Sicilia. Musumeci, sentite le motivazioni dei convenuti, si è riservato di sciogliere la riserva tra 15 giorni.

"Sin da subito mi sono opposto - dichiara Dipasquale - alla realizzazione di quest'ampliamento. Due anni fa e più precisamente il 16 aprile del 2016 ho presentato all'assessore all'Ambiente di allora una nota con la quale chiedevo la revoca in autotutela del decreto n° 218, che rilasciava l'AIA alla Acif, la società che vorrebbe realizzare il progetto. Da allora non ho mai allentato l'attenzione sulla vicenda, perché, come ho più volte ribadito, in gioco vi è la salute dei cittadini nonché lo sviluppo e quindi il futuro di un'intera comunità".