Polizia Municipale

Mercato Ortofrutticolo Vittoria: controlli in 19 box

In due verificate anomalie

Proseguono i controlli della Polizia municipale al Mercato ortofrutticolo. Sotto la guida del comandante, Cosimo Costa, gli uomini del Corpo di Fanello hanno verificato il rispetto degli orari di apertura dei posteggi; diciannove i box sottoposti a controllo, due quelli nei quali sono state riscontrate anomalie (in particolare, è stata accertata la presenza di operai prima dell'orario di apertura).

La Polizia municipale ha anche controllato l'ingresso della struttura e il corretto utilizzo di badge e token, riscontrando l'accesso di numerosi produttori muniti di badge ma con autovetture senza merce da conferire. È stato ritirato un badge per uso improprio. L'intensa l'attività del Comando ha riguardato anche il settore dell'edilizia, con il sequestro di due immobili in territorio extraurbano e la trasmissione all'autorità giudiziaria di 5 notizie di reato per altrettanti edifici. L'operazione ha rappresentato l'epilogo di un'attività congiunta con la Polizia di Stato, assieme alla quale, a seguito di un piano di intervento coordinato dalla Questura di Ragusa per il contrasto al fenomeno dei furti d'auto, le squadre edilizia e annona del Comando hanno anche proceduto alla verifica di propria competenza presso la sede di un commerciante di autoveicoli di Vittoria, all'esito della quale sono stati rilevati illeciti sanzionati amministrativamente e penalmente per violazioni relative alla normativa di settore e urbanistica.

Non sono mancate attività di accertamento sui luoghi e documentali - 10 in tutto - su espressa delega della Procura della Repubblica di Ragusa, per altrettanti procedimenti penali, conclusi con l'invio delle relative informative e gli atti di polizia giudiziaria di rito. “Pur nella difficoltà di operare proficuamente per il vuoto di organico del corpo e per il moltiplicarsi delle competenze e degli obblighi di legge – ha dichiarato il comandante - gli operatori della Polizia municipale hanno eseguito una trentina di controlli di edifici, per i quali si è resa necessaria una ricerca documentale approfondita presso l'Ufficio Tecnico del comune, da cui sono emersi illeciti edilizi sanzionati amministrativamente e due comunicazioni di reato già inviate all'autorità giudiziaria”.

Su indicazione dell'amministrazione comunale, in quest'ultimo scorcio del mese di marzo si è dato inizio pure al censimento degli impianti pubblicitari presenti sul territorio, al fine di evidenziare eventuali installazioni abusive, sanzionare gli illeciti e far emergere possibili evasioni dell'imposta comunale sulla pubblicità. Ad oggi, gli accertamenti hanno consentito di rilevare 12 infrazioni all'art. 23 del Codice della Strada, 5 per impianti risultati privi di autorizzazione e i rimanenti con autorizzazione comunale scaduta di validità e mai rinnovata.