Ambiente

A Ferla nasce una sala espositiva permanente per l'ambiente

Coinvolgerà studenti e famiglie

E' nata in Sicilia una sala espositiva permanente dedicata alla sostenibilità ambientale. Si trova presso il centro olistico del Comune di Ferla, in provincia di Siracusa. L’iniziativa rientra all’interno del progetto Edufootprint e vede il coinvolgimento di studenti e famiglie.

E' così possibile conoscere le buone pratiche per migliorare, tutelare e salvaguardare l’ambiente. Il progetto EduFootprint ha come obiettivo principale quello di migliorare le prestazioni ambientali degli edifici pubblici, con particolare riferimento agli edifici scolastici, considerando non solo gli impatti energetici diretti degli edifici (i consumi), ma anche quelli indiretti (acquisti, appalti, comportamenti). In quest’ottica non a caso sono state coinvolte le giovani generazioni, in particolare gli studenti dell’istituto comprensivo “Valle dell’Anapo” di Ferla e dell’istituto comprensivo “Messina” di Palazzolo Acreide, chiamati a monitorare, con l’attività coordinata da Svimed Onlus, le varie performance energetiche, a partire dai consumi, in modo da individuare le possibili opportunità per migliorare e rendere più efficiente la gestione.

La particolare sala espositiva, sita in via del Mercato e dedicata dunque alle energie rinnovabili, è allestita con materiale riciclato e prevede al suo interno un percorso ludico-educativo sulla sostenibilità che accompagnerà studenti e famiglie verso all’approfondimento dei temi legati all’efficienza energetica, alla gestione dei rifiuti e alla tutela delle risorse idriche. Svimed Onlus organizzerà inoltre delle visite guidate dal valore formativo all’interno delle azioni previste da Paes, il piano d’azione per l’energia sostenibile adottato dall’Ats Obiettivo Zero Valle degli Iblei.

Le visite sono principalmente dirette a studenti di scuola primaria e secondaria di primo grado e prevedono l’utilizzo di strumenti multimediali. Ma la sala espositiva, i cui locali saranno implementati già a partire da aprile, diventerà anche uno spazio aperto alla cittadinanza per azioni di sensibilizzazione ambientale, mostre, incontri, eventi.