Benessere

Dieta dei centenari: ecco il segreto della longevità

Tante verdure e legumi

La dieta dei centenari continua ad essere oggetto di studi. Sono molti i ricercatori che da anni cercano di stabilire quali siano i cibi da mangiare e quelli da evitare per allungare la vita.

Dai dati raccolti di recente è emerso che nel piatto dei centenari ci sono cose semplici e soprattutto di origine vegetale. Gli zuccheri sono ridotti al minimo e vengono assimilati solo attraverso la frutta, il pesce vince sulla carne mentre i legumi si possono considerare come la principale fonte di proteine. Essenziale anche il consumo giornaliero di olio extravergine di oliva (circa 50 - 100 millilitri al giorno) e un pugno di frutta secca al giorno. Secondo il progetto Akea (A kent’annos), coordinato da Luca Deiana, direttore della cattedra di Biochimica clinica dell’Università sassarese, i 363 centenari che vivono nella splendida Sardegna hanno mangiato formaggio di capra, legumi e tantissime verdure.

Poi anche pane, pasta, carne poco e quando ce n’era e tanto formaggio, gustando ogni boccone e ingerendo anche la buccia. A relazionare sugli ultimi dati della dieta dei centenari, partendo dai più recenti studi scientifici sulle abitudini degli ultracentenari, da oggi 21 e fino al 24 marzo a Roma, sarà l'Associazione italiana gastroenterologi ed endoscopisti ospedalieri (Aigo). E lo farà in occasione del convegno annuale della Federazione italiana delle società delle malattie dell'apparato digerente (Fismad).