Politica

Maurizio Tumino interviene su Corfilac Ragusa

Chiede al sindaco di revocare la nomina del presidente

Il 14 marzo il Corfilac ha rinnovato gli organi di amministrazione ed ancora una volta si è preferito disattendere le leggi.

Per statuto vigente il ruolo del Presidente spetta ad un componente designato dall’università ed invece è stato votato un rappresentante della Regione, il dott. Giorgio Carpenzano. Tutto ciò con la compiacenza del componente nominato dal Comune di Ragusa. Interviene così Maurizio Tumino candidato sindaco di Ragusa. Il mancato rispetto della legalità nelle procedure seguite oltre a costituire un affronto per l’università’ di Catania potrebbe avere gravi ripercussioni sul consorzio stesso e sui lavoratori determinando uno stallo nella gestione del consorzio e mettendo a repentaglio lo stipendio dei dipendenti.

Tumino chiede al Sindaco di revocare la nomina al componente designato dal Comune di Ragusa e dichiara:"Per ben due volte ha operato in difformità a quanto prescrive la legge. Il fatto di avere reiterato questo suo comportamento, nonostante i risvolti verificatesi nel gennaio 2014 che portarono alle dimissioni del presidente del tempo votato anche esso con una forzatura nonostante il rappresentante dell’Università avesse, anche a quel tempo, ravvisato le irregolarità la dice lunga sulla scelta operata dal Sindaco Piccitto. Un amministratore che opera da buon padre di famiglia non dovrebbe avere dubbi su come comportarsi. Almeno lui faccia in modo di operare nel giusto".