Scuola

I Carabinieri incontrano gli studenti del Cappellini di Vittoria

Nell'ambito degli incontri con gli studenti

I Carabinieri incontrano gli studenti. Continuano i cicli di incontri che il Comando Compagnia Carabinieri di Vittoria ha pianificato con gli istituti scolastici di tutti gli ordini e gradi disseminati nel territorio della giurisdizione.

Presso l’Istituto Comprensivo “Cappellini”, il Comandante della Compagnia, Capitano Daniele Plebani, ha incontrato insegnanti e alunni di 3^ media: nell’occasione si è trattato il tema della legalità, facendo comprendere il delicato ruolo di operatore sociale svolto nella quotidianità dal Carabiniere, con la proiezione di un video illustrativo delle funzioni dei Reparti dell’Arma dislocati su tutto il territorio nazionale. L’occasione è stato un momento di condivisione e di sensibilizzazione su tematiche di stretta attualità, in particolare il bullismo e il cyberbullismo, piaghe talora mute e purtroppo ricorrenti, facendo riferimento soprattutto agli episodi di vita vissuta quotidianamente dai giovani alunni, che numerosi sono intervenuti con domande e quesiti, supportati dal meritorio lavoro che giornalmente viene fatto in questa scuola.

Agli alunni, in maniera semplice, sono stati indicati non solo gli aspetti giuridici ma anche le tecniche di intervento più opportune a contrasto dei menzionati fenomeni, andando a stimolare reazioni e riflessioni sul tema arricchite, poi, da suggerimenti sul come reagire quando si è protagonisti attivi di simili episodi ma soprattutto quando si è a conoscenza, da esterni, di situazioni che non devono essere sottovalutate né tantomeno ignorate. In tal senso l’Arma presenta nel proprio sito internet www.carabinieri.it una specifica sezione tematica dedicata ai “consigli per i più piccoli” che, articolata in “fiabe, favole e fumetti”, si propone con un linguaggio semplice ma immediato di sensibilizzare i più giovani su temi di interesse sociale e di stretta attualità quali il bullismo, la pedofilia, il vandalismo e ogni altra forma di devianza.