Diocesi

Diocesi, 2 processioni a Giarratana per la festa di San Giuseppe

Due le processioni

Grande partecipazione di fedeli domenica a Giarratana alle due processioni, quella mattutina e quella serale, dei solenni festeggiamenti in onore di San Giuseppe.

Il primo corteo, dopo la spettacolare uscita dalla chiesa Madre, contrassegnata dal lancio colorato di “nzareddi”, si è snodato per le viuzze dell’antico quartiere del centro montano. Il simulacro del Patriarca con Gesù Bambino, condotto dai portatori, ha reso poi onore alla chiesa di San Bartolo dove è ospitato il simulacro del Patrono. Ad accompagnare la processione il corpo bandistico “Vincenzo Bellini” di Giarratana che già in mattinata aveva animato le vie del paese mentre, subito dopo, in piazza, aveva tenuto un miniconcerto di marce sinfoniche.

In mattinata è stata inaugurata la scivola per disabili che garantisce un migliore accesso alla chiesa Madre. La cerimonia dell’iniziativa, progettata e seguita dall’associazione Oltre l’ostacolo, realizzata con il solidale concorso di tutta la comunità cittadina, si è tenuta alla presenza del sindaco Bartolo Giaquinta. In serata, poi, l’altra processione, anche questa molto seguita dai fedeli, conclusasi con la riposizione del simulacro nell’altare maggiore. Don Mariusz Starczewski, parroco della chiesa Madre intitolata a Maria Santissima Annunziata e a San Giuseppe, ha puntato l’attenzione, durante la celebrazione delle funzioni religiose domenicali, sulla figura del Patriarca che possiede in pieno l’autenticità della paternità umana, della missione paterna nella famiglia.

Oggi, festa liturgica del Patriarca San Giuseppe e festa del papà, alle 17,45 la recita del Rosario, la coroncina e il canto delle litanie di San Giuseppe. Alle 19 la celebrazione eucaristica con la presenza dei papà.